Mar. Gen 21st, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Trovato scheletro di bimbo negli scavi di Pompei

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Un fatto che ha dello straordinario quello accaduto nella giornata di oggi a Pompei. Durante un intervento di restauro e consolidamento di un complesso termale, già oggetto di interventi nel 1.800, è stato ritrovato lo scheletro di un bambino dell’età compresa tra i 7 e gli 8 anni. “Pompei è a una svolta per la ricerca archeologica non solo per le scoperte eccezionali che regalano forti emozioni come nel caso di questo ritrovamento, ma anche perché si è consolidato un nuovo modello di approccio scientifico che affronta in maniera interdisciplinare le indagini di scavo”. Sono queste le parole di Massimo Osanna, che è il direttore del Parco Archeologico, commentando il ritrovamento dello scheletro del bimbo negli scavi di Pompei, precisamente in uno degli ambienti del grande complesso delle Terme Centrali. Ma la straordinarietà del ritrovamento è dovuta a 2 fattori principali: il primo è riferito al fatto che tale ritrovamento è stato del tutto inaspettato e fortuito, anche perché come dicevamo quest’area era già stata oggetto di scavi nei tempi passati; il secondo aspetto riguarda invece la collocazione inusuale del corpicino rispetto alla stratigrafia vulcanica del 79 d.c., data dell’eruzione del Vesuvio. C’è anche da dire che negli ultimi anni negli scavi di Pompei è presente un team di esperti professionisti che, dotati di tecnologia all’avanguardia, sono capaci di non tralasciare nulla, a qualsiasi livello. Circa 6 mesi fa abbiamo avuto modo di parlare con l’architetto Raffaele Martinelli, un giovane architetto che era impiegato, tra le altre cose, di gestire la “scannerizzazione tridimensionale” dell’intero complesso degli scavi, in modo da poterlo riprodurre virtualmente in qualsiasi zona del Pianeta. Il giovane architetto ha dichiarato che “con questi interventi gli scavi avranno ed hanno già preso una nuova forza e una nuova presentabilità al mondo intero, una presentabilità al passo coi tempi”. A sostegno delle dichiarazioni dell’architetto Martinelli, la chiosa di Osanna: “un team di professionisti specializzati lavora stabilmente, e con il supporto di risorse tecnologiche all’avanguardia, per non lasciare al caso nessun elemento scientifico”.

Rinvenuti 8 scheletri sulle coste del Giappone

Pompei. Scoperto un medico abusivo con laurea falsa: denunciato

Potrebbe interessarti

Open

Close