CronacaNewsPresenzano

Turbogas, la relazione per i Comitati è conflitto d’interessi

Aspre le polemiche in città, i Comitati No Turbogas sul piede di guerra

Molti i punti della relazione tecnico-scientifica che vengono contestati

PRESENZANO – Turbogas, la relazione tecnico-scientifica ha innescato innumerevoli polemiche. Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale di Presenzano guidata dal sindaco Andrea Maccarelli, attraverso il proprio sito internet e via social, ha diffuso gli esiti di una relazione tecnico-scientifica svolta dall’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” in merito alla Centrale termoelettrica Turbogas in fase di realizzazione sul territorio del comune dell’Alto casertano, unitamente ai dati ARPAC sulla qualità dell’aria nella zona.

In merito alla Turbogas la relazione ad oggetto “Supporto tecnico-scientifico alla valutazione, su base progettuale, delle emissioni in atmosfera di una centrale termoelettrica a ciclo combinato” fu voluta dalla stessa amministrazione comunale presenzanese che nei mesi scorsi ha stipulato una convenzione con l’ateneo attraverso il Dipartimento di Ingegneria.

La relazione tecnico-scientifica a firma del Responsabile scientifico Prof. Ing. Dino Musmarra in pratica afferma che tutti i parametri di riferimento (dalle emissioni in atmosfera ai processi industriali dell’impianto) sono/saranno rispettati secondo i parametri previsti dalla legge dal progetto messo in opera dalla Edison S.p.a e dalle altre aziende che stanno partecipando alla realizzazione dei lavori, su tutte la Geko S.pa, e che l’impianto è dotato delle migliori tecnologie all’avanguardia per farlo.

La relazione dunque di fatto rafforza la posizione delle aziende e dei fautori dell’impianto presenzanese segnando la regolarità delle procedure e dei lavori. Appena resa pubblica però la relazione in questione ha subito suscitato molte perplessità.

I Comitati No Turbogas hanno voluto vederci chiaro studiando a fondo i documenti pubblici messi a disposizione. In particolare l'”Associazione Agricoltori Antica Rufrae” ha analizzato i vari passaggi che hanno portato alla stesura della stessa scoprendo che il firmatario della relazione, il Prof. Musmarra del Dipartimento di Ingegneria della Vanvitelli, insieme ad altri suoi colleghi, è membro della Environmental Technologies srl una società legata alla Geko S.p.a attraverso uno “spin off” che vede l’Università “Luigi Vanvitelli” in società con la General Holding Company, compagnia madre della stessa Geko S.p.a che sta eseguendo i lavori dell’impianto termoelettrico di Presenzano.

Lo Spin Off Universitario tra la Vanvitelli, la Geko e la Environmental Technologies

Attraverso una nota pubblicata via Facebook l'”Associazione Agricoltori Antica Rufrae” denuncia dunque il conflitto di interessi che a suo dire ha portato alla realizzazione di una relazione particolarmente favorevole in merito all’impianto in costruzione a Presenzano.

“Di recente pubblicazione sul sito istituzionale del Comune di Presenzano in merito all’impianto Turbogas la relazione ‘Supporto tecnico-scientifico alla valutazione, su base progettuale, delle emissioni in atmosfera di una centrale termoelettrica a ciclo combinato’. Nella deludente conclusione di questo documento – si legge nella nota diffusa dall’Associazione Agricoltori Antica Rufrae sulla propria pagina Facebook-, si sostiene che l’impianto, essendo dotato di una tecnologia all’avanguardia, sarebbe in grado di abbattere le emissioni inquinanti.

Una tesi che ci ha immediatamente insospettito, perché identica alle argomentazioni contenute nella documentazione progettuale presentata dall’Edison per ottenere le varie autorizzazioni ministeriali. Di conseguenza abbiamo provato a fare una semplice ricerca, il cui risultato è stato veramente sorprendente. Con una delibera di giunta comunale del 14 gennaio scorso, tramite un’apposita convenzione, il Comune di Presenzano si era affidato all’Università degli Studi della Campania, impegnando la somma di diecimila euro.

In realtà l’ateneo – prosegue la nota dell’Associazione – (già Seconda Università degli Studi di Napoli – SUN), risulta essere legato in maniera importante alla Geko Spa tramite la Environmental Technologies srl, spin off dove la “Luigi Vanvitelli” è in società con la General Holding Company, azienda madre, prima della nota, e ”defunta”, General Construction, e adesso proprio dell’impresa incaricata della costruzione dell’impianto termoelettrico.

Il rapporto tra l’Università Vanvitelli e la General Holding Company compagnia “madre” della Geko Spa

Con spin off universitario si definiscono quelle iniziative imprenditoriali basate su tecnologie e competenze sviluppate nell’ambito della ricerca universitaria, tanto è vero che lo stesso autore della relazione tecnico -scientifica, il prof. Dino Musmarra del Dipartimento di Ingegneria, è membro della Environmental Technologies insieme ad altri docenti universitari suoi colleghi. Queste non sono informazioni riservate che ci sono state rivelate da qualche dipendente ‘infedele’, bensì notizie che tutti possono leggere, poiché pubblicate sul sito della Geko Spa (www.gekospa.it), dell’università (www.unicampania.it) e dell’Environmental Technologies srl (www.etspinoff.it)”.

Da qui nascono gli interrogativi che l’Associazione pone all’opinione pubblica ed alle Istituzioni del territorio che hanno parola in merito alla vicenda Turbogas a Presenzano: “Ma un ente pubblico può affidare uno studio sulla centrale turbogas al dipartimento di un’università che ha una stretta collaborazione con le aziende di chi gestisce il cantiere in località Frasseto a Presenzano? – conclude la nota dell’Associazione Agricoltori Antica Rufrae – La risposta è abbastanza scontata: no, è ovvio che non si può e non si dovrebbe, se il bene da tutelare è la salute pubblica e non gli interessi privati .

Purtroppo, però, i fatti dicono ancora una volta il contrario. Come per lo sponsor esterno alla Soprintendenza di Caserta, e per la sponsorizzazione in favore della società di calcio dilettantistico Asd Rufrae, anche questo episodio è l’ennesima dimostrazione di quanto il ‘sistema Turbogas’ del patron Alfonso Gallo sia radicato nel nostro territorio, e goda di complicità ormai diffuse a tutti i livelli”.

L’autore della relazione il Prof. Ing. Dino Musmarra è membro della Environmental Technologies srl

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vincenzo Mario
Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania. Vicedirettore e Redattore di V-news.it. In oltre 15 anni di professione vanta numerose collaborazioni con i principali quotidiani cartacei e online di Terra di Lavoro ed esperienze in emittenti televisive e radiofoniche. Tra le principali esperienze e collaborazioni spiccano: giornalista e fotoreporter per “Il Giornale di Caserta” e inviato per “TRM – TeleradioMatese” - Gruppo “Lunaset”, corrispondente e Redattore per la "Nuova Gazzetta di Caserta", giornalista per il mensile “Fresco di Stampa”, giornalista radiofonico e speaker, curatore del Notiziario campano per RCS – Radio Circuito Solare,

    Comments are closed.