• Lun. Dic 6th, 2021

Turno infrasettimanale del campionato di Serie A

Presentazione del turno infrasettimanale del campionato di Serie A

(Di Genesio Tortolano). Nemmeno il tempo di archiviare la coda velenosa, gli strascichi, conditi da sterili e stucchevoli polemiche del post derby d’Italia tra l’Inter e la Juventus, un malcostume quello della dietrologia e del sospetto, tutto italiano, poichè in Inghilterra specialmente, ma anche in altre nazioni le moviole non vengono analizzate al microscopio, che si  ritornati nuovamente in campo, per le gare della decima giornata di campionato riguardanti il turno infrasettimanale. In attesa di approfondire dettagliatamente i temi più attuali, riavvolgendo il nastro, ci soffermiamo per un istante sulla sopraccitata gara del Meazza, terminata con un pareggio di 1 – 1. L’incandescente e convulso finale, aveva visto l’espulsione per proteste del tecnico meneghino, ma piacentino di nascita, Simone Inzaghi che gettava una pettorina in campo in occasione del calcio di rigore, concesso alla Juventus per un maldestro fallo di Dumfries su Alex Sandro, che l’arbitro Maurizio Mariani della sezione di Aprilia inizialmente non aveva concesso, decretandolo in un secondo momento, dopo la legittima chiamata dell’addetto al Var Marco Guida che lo aveva invitato a visionare le immagini al monitor. Ad amplificare ulteriormente il tutto, al termine della gara, aveva provveduto il pleonastico, nonchè ex patron neroazzurro, Massimo Moratti, che oltre ad esibirsi in modo scatenato in tribuna, successivamente polemicamente, come suo costume, lo aveva definito un rigorino. Per i bianconeri il penalty realizzato da Paulo Dybala, era valso un punto prezioso, incamerato per il rotto della cuffia, poichè giunto nel finale in maniera insperata.

Tornando alle vicende dell’attualità, ieri si sono disputati tre incontri, due riguardanti la zona calda della classifica, pertanto da considerarsi degli spareggi salvezza, pur essendo nella fase quasi iniziale del campionato e parliamo del sentitissimo derby ligure, disputato allo stadio “Picco”, tra la squadra bianconera dello Spezia del tecnico Thiago Motta e il grifone rossoblù del Genova di mister Davide Ballardini. Entrambe  le panchine tremavano da tempo e le due proprietà in caso di ko, erano pronte al ribaltone. La partita, per la cronaca, si è chiusa senza ne vincitori, ne vinti, sul risultato di parità di 1- 1. Nel medesimo orario delle 18,30, si è disputato l’altro match tra pericolanti, quello dello stadio “Penzo” tra il team arancioneroverde lagunare del Venezia, guidato da mister Paolo Zanetti, allenatore in rampa di lancio, che era opposto alla Salernitana di Stefano Colantuono, tecnico romano nato per l’esattezza nel quartiere Tuscolano, ma trasferitosi ad Anzio con la famiglia. Traumatico per la cronaca il suo ritorno in panchina e nel giro che conta e concretizzatosi dopo tanto tempo, poichè la scorsa settimana, al nuovo debutto in serie A, aveva subito una sconfitta nel catino amico dello stadio “dell’Arechi”, un 2 – 4, pesante in ottica salvezza, poichè era un confronto diretto contro l’Empoli di Aurelio Andreazzoli, ex calciatore, di ruolo difensore che in una recente intervista, ha ricordato il suo passato in casacca gialloblù della Sessana in serie D, esperienza per lui formativa, maturata in gioventù e nella quale aveva trovato tanto affetto, unito ad un clima familiare, ideale per giocare a calcio. Quest’altro delicatissimo incontro, ha visto il preziosissimo successo esterno della Salernitana che si è imposta con il risultato di 1 – 2, grazie al goal realizzato da Schiavone al minuto 95′ e cioè quando il match volgeva al tramonto. Questo primo turno infrasettimanale, ha avuto come piatto forte della serata di ieri, il match della celeberrima “Scala del Calcio” e cioè lo stadio “Meazza”, dove è andato in scena alle 20,45 la gara tra il club del Milan, allenato da Stefano Pioli che per le sue doti umane, caratteriali e tecniche, si può definire un Normal One opposto al team granata del Torino del fumantino presidente Urbano Cairo. Un confronto, quello tra il diavolo e il Toro che ha regalato sorrisi ai rossoneri che si sono imposti di misura con il risultato di 1 – 0. Tale successo gli ha consentito di issarsi provvisoriamente e solitariamente per una notte in vetta alla classifica in attesa delle altre gare in calendario. La partita è stata complicata per i padroni di casa rossoneri, poichè gli ospiti granata, contraddistinti per il grande cuore, insito nel DNA del club, hanno venduto cara la pelle fino all’ultimo istante del match.

Per quanto riguarda le gare di oggi pomeriggio, alle 18,30 sono le seguenti: Juventus- Sassuolo, con i bianconeri torinesi che intendono prontamente ritornare a riassaporare il gusto della vittoria nel florido giardino di casa dell’Allianz Stadium che in tempi non troppo lontani, era un fortino inespugnabile. L’obiettivo è presente nel motto della società e recita così “Vincere è l’unica cosa che conta”. Pertanto l’imperativo della “Vecchia Signora” in bianconero, è quello di ritornare rapidamente agli standard precedenti e cioè agli anni d’oro dei nove scudetti consecutivi. A far visita ai ragazzi allenati da Max Allegri, è il Sassuolo, team neroverde allenato da Alessio Dionisi, tecnico emergente della nouvelle vague italiana. Le altre gare in contemporanea, sono quella dello Stadio “Luigi Ferraris”, tra la compagine blucerchiata della Sampdoria del bizzoso patron Massimo Ferrero e l’Atalanta, team neroazzurro bergamasco, guidato dal sanguigno Giampiero Gasperini. Sempre nel tardo pomeriggio, si disputa il confronto che vede quale teatro la “Dacia Arena” tra i bianconeri friulani di mister Luca Gotti e la squadra gialloblù scaligera dell’Hellas Verona presieduta da Maurizio Setti. Gli incontri serali sono : Cagliari – Roma, con i rossoblù isolani di Walter Mazzarri con l’acqua alla gola, data l’anemica classifica e pertanto costretti a vincere per compiere un primo passo che gli consenta di provare a venir fuori dalle sabbie mobili nelle quali si trova. Il clima nell’impianto della città sarda, denominato Unipol Domus, si annuncia caldissimo, con i supporters locali, intenzionati ad essere il dodicesimo uomo in campo. Una vittoria, ripetiamo sarebbe fondamentale per invertire un percorso fino ad ora accidentato. Gli avversari, i giallorossi di Josè Mourinho, proveranno ad uscire dal momento delicato sul piano dei risultati con tre punti in trasferta. Il confronto del Castellani tra gli azzurri dell’Empoli del presidente Fabrizio Corsi e i neroazzurri dell’Inter di mister Simone Inzaghi, offre importanti chiavi di lettura, poichè i toscani, in caso di successo, potrebbero scavare un ulteriore solco in termini di punti nei riguardi delle dirette concorrenti nella corsa alla salvezza, gli ospiti, invece puntano a riprendere la marcia verso il vertice della classifica.

Il posticipo di domani sera alle ore 20,45 che chiude le gare in calendario della decima giornata della massima serie, vede sfidarsi allo stadio “Diego Armando Maradona” gli azzurri del Napoli di Luciano Spalletti e i rossoblù del Bologna del vulcanico tecnico serbo Sinisa Mihajlovic. I partenopei vogliono confermarsi in vetta , mentre i felsinei, puntano a uscire indenni dall’impianto di Fuorigrotta con un risultato di prestigio. Come di consueto, lo stadio partenopeo, si annuncia stracolmo e ribollente di entusiasmo e pronto a trascinare i propri beniamini alla vittoria. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale