Antica Terra di LavorocasagioveCostume e SocietàNewsNews breviScuola

Casagiove. Safer Internet Day, mettiamo in guardia i ragazzi dai pericoli del web

Tutto pronto per il convegno di domani mattina “Riservatezza naturale” all’interno della scuola media Pascoli

CASAGIOVE. Il 5 febbraio si celebra la giornata della sicurezza in Rete. Un progetto lanciato nel 2004 dall’Unione Europea. In oltre 100 città del mondo – Italia compresa – nasce l’opportunità per accendere i riflettori sulle vecchie e nuove insidie che i più giovani possono incontrare online. Conoscere il nemico oggi è l’unico modo per difendersi sempre.

LA chiamano ‘‘Generazione Z”. Sono tutti quei ragazzi nati tra la metà degli anni ’90 e il primo decennio del nuovo millennio. Alcuni sono maggiorenni, altri poco più che adolescenti. Una cosa oggi li accomuna: sono cresciuti tra smartphone, tablet, Internet e computer e non sanno che prima esisteva un’era in cui questi dispositivi non esistevano o non erano ancora alla portata di tutti. Conoscono alla perfezione come funzionano ma, nonostante questo, non comprendono fino in fondo che insidie si possono nascondere dietro lo schermo. Questo sarà il messaggio che sarà lanciato domani mattina all’interno dell’Istituto Comprensivo “Moro-Pascoli” di Casagiove. IL convegno “Riservatezza naturale“che domani si terrà alle 11.00 sarà una giornata dedicata ad educare i ragazzi ad un corretto uso della Rete a dire “no” al bullismo e al cyberbullismo,  sono queste quindi le azioni messe in campo per il Safer Internet Day, giornata celebrata in tutto il mondo per invitare i giovani a riflettere sull’uso della rete senza mai demonizzarne le potenzialità. Il convegno avrà come scopo la valida argomentazione dell’educazione online.  Oggi l’ abitudine a dialogare virtualmente non coincide con la prudenza. Se, infatti, la maggior parte dei nativi digitali pare essere attenta alla privacy, la maggior parte dei ragazzi ha confessato di condividere online i propri segreti e soprattutto foto intime (il cosiddetto sexting, pericolosa pratica molto diffusa amaramente oggi tra i più piccoli nella nostra società diventa un male da sconfiggere per i nostri giovani che usano internet). Questa pratica oggi ha completamente invaso il mondo giovanile spingendo i ragazzi nella nostra società virtuale ad avere sempre in maniera intenzionale comportamenti da bullo  (ma bisogna calcolare che su questo argomento ci potrebbe essere ancora oggi molta reticenza) perché i ragazzi utilizzano le proprie azioni come semplici scherzi. La conseguenza più evidente è abitualmente purtroppo l’aumento continuo di vittime per il cyberbullismo. Ancora peggio se ci concentriamo ampiamente sulla fascia d’età 11-13 anni, si stima purtroppo che due studenti per classe ancora oggi sono potenziali vittime del sistema. Il convegno di domani vedrà la partecipazione di numerose personalità che saranno presentate al tavolo dei relatori dai saluti della dirigente scolastica Dott. ssa Teresa Luongo. Interverranno durante il dibattito:

Dott. ssa Teresa Luongo Dirigente Scolastica: “Le scelte della scuola tra sicurezza e innovazione”

Prof.ssa Savina Gravante- Animatore Digitale:” A Lezione di Netiquette, per un comportamento sicuro e corretto in rete”

Dott.ssa Maria Longobardi -Psicologa e Psicoterapeuta (Associazione AIFO): “I giovani, i social, i videogiochi: nuove dipendenze crescono”

Dott.ssa Giovanna Longobardi- Giornalista: “Internet ed il mondo dell’informazione tra realtà e fake news”

Maresciallo Antonio Coppola- Carabinieri di Casagiove: “La responsabilità e le conseguenze legali di un uso non corretto di Internet e dei social network”

La scuola oggi recita un valido ruolo importante.  L’ impegno del Safer Internet Day non deve fermarsi ma deve sempre proseguire con costanza durante tutto l’anno. Tante le iniziative messe a punto dal 2004 (anno in cui L’Unione Europea ha istituito il SID) a oggi, con le scuole al centro del progetto, per trasmettere a più ragazzi possibile l’educazione alla virtualità. E poi c’è da apprendere con validità il Vademecum che dovrà essere reperibile online: una sorta di guida operativa per conoscere e orientarsi nella gestione di alcune problematiche connesse all’utilizzo delle tecnologie digitali da parte dei più giovani. Un documento strutturato in due parti: da un lato l’approfondimento dei pericoli in agguato quando si naviga in Rete; dall’altro i riferimenti dei servizi a cui è possibile rivolgersi sempre a livello regionale, qualora ci si trovi a dover gestire una dannosa situazione problematica. Non dimentichiamoci sempre che devono essere tutelate le attività rivolte direttamente ai più piccoli, ai bambini, per farli crescere sempre in modo consapevole nella nostra comunità. Un modo interessante e moderno per avvicinare sempre all’argomento i principali interessati di domani e metterli in guardia in maniera accurata. Una giornata didattica importante – quella di domani per la scuola di Casagiove -gli alunni insieme ai loro educatori vivranno un’esperienza sicura che permetterà loro di capire (il valido mondo delle piattaforme online) con la speranza che nella stessa giornata di domani possa partire un valido messaggio che indirizzi ancora di più le istituzioni politiche a fare gli investimenti per la formazione scolastica.


Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.

0 %
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: