Lun. Ott 14th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Carnevale di Capua, dall’orlo del baratro alla resurrezione: tutto questo grazie alla città di Capua

7 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Rinasce il Carnevale di Capua, la Pro-Loco si occuperà della 133 edizione

FOTO CONCESSA DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE CARRI ALLEGORICI”CITTA’DI CAPUA”

CAPUA. Rinasce il Carnevale di Capua. Sperando che l’edizione di quest’anno sia il definitivo trampolino di lancio per la nascita della tanto sospirata Fondazione cittadina. Il Carnevale di Capua è da sempre una importante occasione di promozione del territorio, oltre che un evento di grande rilievo dal punto di vista culturale, capace di rafforzare sempre l’identità sociale della comunità e di tramandare tradizioni secolari caratterizzanti il patrimonio antropologico della città di Capua facendo così del suo Carnevale, il quarto d’Italia. La manifestazione giunta nel 2019 alla sua 133esima edizione, torna a rallegrare le vie della storica città dal 28 febbraio al 5 marzo. Una meravigliosa tradizione che risale ormai al 1886 quando la nobiltà decise di unirsi al popolo dando vita ad una gigantesca festa piena d’allegria e che ancora oggi, nonostante le difficoltà, vive unendo il passato e il presente con maschere, carri allegorici, sfilate, spettacoli, satira e gruppi umoristici.  La Pro-Loco guidata dall’instancabile presidente Luigi De Cecio rientra quest’anno in maniera determinata a pieno titolo nell’organizzazione dell’evento che vedrà il coinvolgimento totale delle associazioni, artigiani, commercianti, scuole, maestri cartapestai, gruppi, comitati di quartiere, enti, volontari, che avranno il compito di far rivere ampiamente le tradizioni ed i fasti antichi della città di Capua. La ricetta ha funzionato benissimo, il 2019 dovrà essere per tutti i cittadini di Capua l’anno del rilancio della manifestazione, siamo contentissimi perché il popolo ha preso in mano le redini di questa gloriosa tradizione secolare, persone come Alberto Di Benedetto, Marco Carino, Annamaria De Maio, Katia Sartoria, Luigi De Cecio, Erennio De Vita, Luigi Di Lauro, Jury Monaco, Katia Ruggiero,  ma soprattutto tanti altri ancora sono stati determinati nel salvare questa edizione: tutti sono stati capaci di riunire con le loro forze tutte le parti sociali più importanti della città creando le basi solide per la manifestazione di quest’anno, in tanti stanno mettendo il massimo impegno per non interrompere questa magnifica magia carnevalesca che va avanti dal 1886. Capua ha vinto, il suo popolo grazie all’umanità, alla semplicità è riuscito anche con la precarietà a rimanere ancora legato alle tradizioni. Ed è proprio da questa antica tradizione popolare che nasce il tema della festa di quest’anno: “C’era una volta “…..

Feriti nell’orgoglio, i Capuani hanno risposto in massa oggi. Lo dicono anche le vendite dei biglietti della Lotteria del Carnevale di Capua organizzata dai commercianti cittadini, in tanti stanno acquistando ancora i tagliandi vincenti. La fedeltà e l’impegno si è visto anche sulla fantastica costruzione dei carri. Grande qui l’impegno stupendo dell’instancabile presidente dell’Associazione culturale Carri allegorici “Città di Capua ” Alberto Di Benedetto che con il suo staff valoroso di giovani sta lavorando con impegno e determinazione a mantenere viva la tradizione dei carri allegorici a Capua. I giovani di questa valorosa realtà associativa- non sono mai stati ostili a rilanciare il Carnevale di Capua. Da settembre che stanno mettendo cuore, sacrificio, anima ma soprattutto amore nell’impegno prefissato. La loro novità sarà svelata in anteprima nazionale solo per Capua il 28 febbraio. Questi giovani svolgono da quando è viva l’associazione, un forte ruolo educativo, ma soprattutto importante per le nuove generazioni che si affacciano nel mondo delle tradizioni popolari. Di Benedetto e la sua squadra da sempre hanno aperto le porte della loro realtà alle nuove leve, perché sono inclusivi, accoglienti, ma soprattutto sono in grado di saper formare nuove generazioni di giovani responsabili verso il proprio patrimonio culturale. In una società che oggi perde progressivamente tutti i punti di riferimento civili verso la cultura, l’Associazione Carri allegorici “Città di Capua” diventa attivamente la valida speranza per la tenuta e la coesione sociale della città. Stessa cosa va detta anche al gruppo di Marco Carino, e a tutti coloro che hanno dato il cuore per salvare ancora questa antica tradizione millenaria. Il merito per concludere va ancora ad Alberto Di Benedetto, al suo gruppo,  a tutte le persone sceso in campo, perché noi visto il successo, oggi li definiamo accuratamente tutti allegramente i “maghi nati col cuore di cartapesta”, Capua quindi visto il successo, se vuole ripartire totalmente, da loro dovrà iniziare, questi gruppi che, di generazione in generazione, si tramandano l’arte e il mestiere, dovranno anche avere degli spazi per le loro creazioni, vedi Viareggio, Putignano, Cento, ecc. (Cittadella per la costruzione dei carri) ma soprattutto se si vuole ripartire, ci dovrà essere salvaguardia, il loro mestiere dovrà essere sempre tutelato, quindi mai più creare le opere al freddo, mai più correre per pitturare, segare, modellare, mai più lavorare correndo contro il tempo che sancisce la creazione di queste meravigliose opere allegoriche pochi mesi prima della manifestazione, la futura programmazione di tutto questo, deve avvenire quando si smantellano i vecchi carri, cercando poi di rivenderli in giro per l’Italia e per il mondo, ribadiamo il concetto a chi dovrà salvaguardare, li quando avviene quel momento si dovrà iniziare a progettare per il nuovo che dovrà esserci per il Carnevale, garantendo il lavoro dei carristi. Capua vuole il suo Carnevale, per questo ci auguriamo apertamente che questa edizione sia da traino per seguire il percorso tracciato per arrivare alla nascita della sospirata Fondazione per la città di Capua.

Non ci resta che attendere l’inizio di questa magnifica manifestazione, augurandoci il divertimento per tutti, alleghiamo qui il programma della manifestazione:

Giovedì 28 Febbraio:

ore 16.00: Quadrivio Caputo, raduno delle maschere, carri allegorici, gruppi umoristici, gruppi mascherati, partenza del corteo carnevalesco e proseguimento lungo via Napoli.

Piazza dei Giudici

La corte del Carnevale presenta” UN RE CERCA CHIAVE” spettacolo di satira con musiche, scritto e diretto da Jury Monaco, con Diego Cirillo, Lorenzo Cecere, Luigi Mincione, Marianna Moriello e gli allievi della scuola di recitazione diretta da Jury Monaco.

Il Carnevale dei bambini, Katia Ruggiero presenta la parata delle mascherine ed animazione.

Esibizione dei gruppi umoristici

ore 19.30: – Jury show

ore 20.30:- Animania band, dirige il maestro Antonio Fierro.

ore 21.00: – Abbracciame con l’artista Andrea Sannino

Venerdì 1 Marzo

ore 17.00: Esibizione dei gruppi scolastici

ore 17.30: Centro Studi Danza e Ginnastica “New Body Dance”

ore 18.00: New Free Time Club

ore 18,30: “Desirèe Dance

ore 18.45: “3F WELLNESS CENTER DANZA”

ore 20.30: Ligabue Tribute con Danilo De Rosa

Sabato 2 Marzo

ore 16.30: Piazza dei Giudici

Il Carnevale dei bambini: Progetto “Work in progress”

ore 18.30: Salone Municipale di Capua “Ferdinando Palasciano” Camillo Ferrara presenta “Le Cicuzze”, riasilli e pietre appuntite

L’irriveranza, la satira, il serio ed il faceto, con i fatti e gli avvenimenti trasformati in rime.

ore 20.30: Paoletta ed il suo spettacolo, con Paolo Negri, direttamente da Radio Italia- solomusicaitaliana-,

ore 22.30: Ristorante “Ferdinando e Carolina”

C’era una volta il Veglione ….. Il veglione in maschera, animazione con DiscoRam, Antonio Fierro e la sua band, Guido Wood e Francesco l’Ariete Dj.

ore 22.30: Piazza dei Giudici Musica dance con Attila Dj

domenica 3 marzo

ore 10.00: Museo Provinciale Campano

ore 11.15: “Il Segreto di Pulcinella ” Visita guidata con costumi d’epoca, teatralizzazione della Damusa Aps.

Piazza Dei Giudici

ore 10.00: Party con Noi, giochi ed animazione

ore 10.30: Concerto dell’Orchestra “Giuseppe Martucci” del Liceo Garofano di Capua

ore 11.30: Aperitivo di Carnevale Milonga- Esibizione di Tango Argentino.

ore 15.30: Quadrivio Caputo: Raduno Maschere, gruppi, carri allegorici. La parata in via Napoli con la corte, Pulcinella, e Matamoros.

ore 17.30: Katia Ruggiero presenta la sfilata delle mascherine

ore 18.00: Proclama del Sovrano

ore 18.30: Spettacolo con Graziella Di Rauso e Attilio “Moovingh Art Connection”

ore 19.00: Spettacolo esibizionistico con i gruppi umoristici

ore 19.30: – Folk band dell’ITET “Federico II” con Ciro Raciti e Angelo Magliacano.

ore 20.00: 5, 6, 7, 8, “Let’s Dance” con Arabesque- Direzione Artistica Annamaria Di Maio

ore 20.30: Music Time – Spettacolo Musicale

ore 21.00: Spettacolo Musicale con il concerto della band” NIENTEDIMENOSWINGBAND”

martedì 5 marzo

ore 15.30: Quadrivio Caputo

Raduno maschere, gruppi umoristici, carri allegorici, scuole per la partenza del corteo carnevalesco.

ore 17.30: Katia Ruggiero, la premiazione dei bambini mascherati

ore 18.30: Proclama del Sovrano

ore 19.00: “New Body Dance”- Spettacolo con la Direzione Artistica di Ivana Perfetto

ore 19.00: STC CREW- “Black Pink Tribute” coreografie e canzoni pop coreane.

ore 19.30: esibizione dei gruppi umoristici

ore 20.00: “L’ARABA FENICE “: TRATTI DI SCUGNIZZI CON SARA SANTAGATA

ore 20.00: Pro Loco- Estrazione Lotteria Carnevale di Capua (Lotteria dei Commercianti)

ore 20.30: STC CREW- “Black Pink Tribute” coreografie e canzoni pop coreane.

ore 21.00: New Karibu, io ci sono. Orchestra Spettacolo

ore 21.30: “Le Buone Nuove” Spettacolo con Antonio Montieri, ed Enzo Savi. Da Radio Italia -solomusicaitaliana,- con l’amichevole partecipazione di Ciro Busiello, Valeria Vitiello ed il maestro Marco Vidino.

ore 22.00: Discoteca con il dj Franko

ore 23,30: Spettacolo di fuochi pirotecnici, ed il saluto a Re Carnevale in Piazza dei Giudici.

Presentano la manifestazione Erennio De Vita, Luigi Di Lauro. Luna Park Fratelli Canterini. Trucco teatrale nella sede della Pro-Loco con Rosaria Cianfrone.

Foto concessa dall’Associazione Culturale Carri Allegorici “Città di Capua”

Foto concessa dall’Associazione Culturale Carri Allegorici “Città di Capua”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open