• Dom. Ott 17th, 2021

Un film girato nell’Alto Casertano

DiThomas Scalera

Ago 10, 2014

Riardo. In questi giorni a Riardo si stanno girando le riprese del film ‘Ci devo pensare’, con la regia di Francesco Albanese. Il film è prodotto da Run Film e Rai Cinema. La prima parte delle riprese ha visto come protagonista la città di Napoli, la seconda ha come location il piccolo paese di Riardo. In particolare gran parte delle scene si stanno realizzando all’interno della Fiera del Mobile che fa da set e da elemento fondamentale nella storia. Nella sceneggiatura è infatti previsto che Davide, il protagonista interpretato da Francesco, sia un impiegato all’interno di un mobilificio e la produzione ha scelto il centro di eccellenza nel casertano come location, grazie pure alla disponibilità di proprietari e dirigenti, Ciro Perrella e Raffaele Perrella. Tra l’altro, proprio la Fiera del Mobile ha permesso alle persone della vicina Pietramelara di partecipare come comparse durante le scene. Numerosi hanno voluto partecipare a questa esperienza diversa dal solito e molto divertente. Tutta la troupe si è trasferita a Riardo per le riprese. Per evitare gli spostamenti da Napoli, i protagonisti che stanno allestendo il film dormono in alcune strutture del paese tra alberghi ed abitazioni nei pressi del mobilificio. Ad irrompere nel cast ci sono anche alcuni personaggi di ‘Made in Sud’, Mariano Bruno e Paolo Caiazzo. Alcune scene del film sono state girate anche nei pressi del castello di Riardo, alla presenza del Sindaco Nicola D’Ovidio e dell’assessore Egidio Mavilio. Molto interessanti sono le foto di scena scattate dal fotografo riardese Giuseppe Paolisso che ha immortalato anche alcune personalità sul set.

IMG_5040.JPG

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru