• Mer. Gen 19th, 2022

Unione di Comuni: La proposta di Polito

DiThomas Scalera

Apr 23, 2014

Da alcuni anni varie associazioni culturali, sportive, ecc., hanno aperto nel nostro territorio sedi intercomunali in quanto le esigenze sono comuni ai nostri tre paesi: mi riferisco a Riardo-Pietramelara-Roccaromana, municipalità che possano assommare un totale di circa ottomila abitanti.

10287153_10203740299736651_1630755459_a

Queste tre entità dell’Alto Casertano, in passato divise da rivalità campanilistiche di ogni genere, negli ultimi decenni sono, a prova contraria, diventati un’unica realtà umana e sociale. La loro voce, ben lontana dai centri del potere provinciale e regionale, è raramente ascoltata. Non hanno avuto, nel corso del tempo, la capacità, i loro politici naturalmente, di ottenere un casello autostradale, una stazione ferroviaria degna di questo nome, una visibilità sulle grandi strade di comunicazione: Casilina e Telesina o investimenti per l’occupazione e via di questo passo. Ecco allora la nostra proposta: di unificare questi tre comuni in un unico ente municipale! I vantaggi sarebbero tantissimi: dal risparmio su vari capitoli di spesa, ad un’unica amministrazione, con un numero esiguo di consiglieri, ma soprattutto si avrebbe una maggiore considerazione nei livelli decisionali per ottenere benefici e altro. I sentimenti campanilistici nel 2014 si dovrebbero mettere da parte, anche perché i legami inter-familiari tra queste comunità sono andati aumentando nel corso dei decenni e possiamo affermare di essere un’unica grande famiglia, certo con le proprie specificità ma sempre una famiglia! Per quanto riguarda poi l’amministrazione di questo nuovo grande comune, a turno il sindaco dovrebbe essere espressione di ognuno dei tre comuni con una lista che avrebbe naturalmente candidati provenienti dai territori che andrebbero a formare il nuovo ente. Per il nome si potrebbe lasciare ai giovani studenti la scelta con un concorso nelle scuole. In questo momento storico, Pietramelara, Riardo e Roccaromana, sono declassati in tutti i servizi, siano essi telefonici, interattivi, sul trasporto, istruzione, ecc.ecc., sarebbe il momento di voltare veramente pagina e crescere come collettività tutti insieme, prima di tutto i politici locali!

Giuseppe Polito

Direttore Biblioteca Storica Regina Margherita Pietramelara

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru