• Dom. Ott 17th, 2021

Unioni Civili, mobilitazione in tutta Italia delle associazioni. Il 23 gennaio anche a Caserta

DiThomas Scalera

Gen 19, 2016

rain

In vista della discussione al Senato sul ddl Cirinnà per le unioni civili, il 23 Gennaio le associazioni LGBT  di tutta Italia si preparano a mettere in campo una mobilitazione capillare nelle principali piazze del paese, anche in previsione del presidio nazionale che si terrà a Roma pochi giorni dopo.

Anche Caserta farà la sua parte con la mobilitazione di tutte le realtà della Provincia. E’ stato già creato l’evento su Facebook e, questa volta, sembrano molto convinti di far sentire la propria voce.

Il Comunicato stampa:

RAIN Associazione LGBT Casertana insieme ad altre associazioni del territorio organizza una manifestazione per far sentire anche la voce di Caserta e Provincia.
Non ammettiamo più procrastinazioni, non ammettiamo più bugie sul reale contenuto del ddl, non ammettiamo che si stia ancora a sindacare sul diritto fondamentale delle persone ad amare ed avere una famiglia.

Come detto dal Presidente del Senato Grasso, “Nessuno va a toccare i diritti di chi già ne ha. Semmai si cambia la vita a chi finalmente se li vede riconoscere”.

Vi aspettiamo numerosi!! (anche etero 😉 )

pride1

SABATO 23 GENNAIO 2016
PIAZZA ALFONSO RUGGIERO
CASERTA ORE 17.30

Attraverso la manifestazione viene rivolto il seguente appello al Governo e al Parlamento:

“L’Italia è uno dei pochi paesi europei che non prevede nessun riconoscimento giuridico per le coppie dello stesso sesso. Le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali non godono delle stesse opportunità degli altri cittadini italiani pur pagando le tasse come tutti. Una discriminazione insopportabile, priva di giustificazioni.

Il desiderio di ogni genitore è che i propri figli possano crescere in un Paese in cui tutti abbiano gli stessi diritti e i medesimi doveri.

Chiediamo al Governo e al Parlamento di guardare in faccia la realtà, di legiferare al più presto per fare in modo che non ci siano più discriminazioni e di approvare leggi che riconoscano la piena dignità e i pieni diritti alle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali, cittadini e cittadine di questo Paese.

La reciproca assistenza in caso di malattia, la possibilità di decidere per il partner in caso di ricovero o di intervento sanitario urgente, il diritto di ereditare i beni del partner, la possibilità di subentrare nei contratti, la reversibilità della pensione, la condivisione degli obblighi e dei diritti del nucleo familiare, il pieno riconoscimento dei diritti per i bambini figli di due mamme o di due papà, sono solo alcuni dei diritti attualmente negati.

Questioni semplici e pratiche che incidono sulla vita di milioni di persone.

Noi siamo sicuri di una cosa: gli italiani e le italiane vogliono l’uguaglianza di tutte e di tutti.”

pride2

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru