Dom. Ott 20th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Uomo trovato morto con pinza da elettricista conficcata nella nuca

2 min read
EVENTI IN EVIDENZA

Matteo di Martino, un uomo, operaio di 50 anni originario di Napoli e da pochi mesi trasferitosi in provincia di Vicenza, è stato trovato morto nella sua casa di Altavilla Vicentina (Vicenza), con una pinza da elettricista conficcata nella nuca. È stata anche ritrovata una lettera di addio accanto al corpo. Il che farebbe pensare ad un suicidio. I carabinieri della compagnia di Vicenza però, che indagano sul fatto, vogliono fugare ogni dubbio anche perchè la dinamica per un possibile gesto estremo è alquanto insolita e non sarebbe verosimile, almeno in un primo approccio alla questione. Da quello che emerge la pinza sarebbe stata utilizzata per stringere attorno al collo una fascetta di plastica, che poi avrebbe provocato il decesso per soffocamento. Infatti il corpo è stato scoperto nell’appartamento dove l’uomo viveva da solo, da una coppia di amici che non riuscivano a mettersi in contatto con lui e che nel frattempo erano stati contattati anche dalla madre della vittima che vive in Campania. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo investigativo e un’ambulanza del 118. I sanitari non hanno potuto che confermare il decesso, avvenuto da molte ore. Sul posto è poi giunto il medico legale a rendere testimonianza scritta del decesso stesso. come dicevamo, l’uomo non avrebbe avuto nessun apparente motivo per suicidarsi. Soprattutto per il fatto che, per chi lo conosceva, era una persona a modo e un gran lavoratore. Inoltre la dinamica che avrebbe portato a consentire all’uomo l’estremo gesto sarebbe poco verosimile. Non si spiegano molte cose. La prima riguarderebbe il “modus operandi” dell’elettricista che, anche se ben addestrato all’uso di pinze e lacci da elettricista, non avrebbe potuto, almeno in apparenza, applicare quella metodologia di azione su se stesso, senza l’aiuto di un’altra persona. Il che farebbe pensare a un omicidio. Anche se per il momento tutto resto avvolto in una patina di profondo mistero.

Droga, vibratori e prostitute al Parlamento

Bestemmie al creatore

 

Open