Antica Terra di LavoroCoronavirusCronacaNewsSanità

Vaccini anti-influenzali, numerosi i ritardi nel casertano

Le vaccinazioni vanno a rilento e molte sono le segnalazioni di ritardi

I cittadini chiedono maggiori tutele per le fasce più esposte causa l’emergenza Covid-19

ALTO CASERTANO – Vaccini anti-influenzali, numerosi i ritardi in molti comuni. In quersti giorni sono numerose le segnalazioni che giungono da parte dei cittadini in merito ai ritardi che si stanno verificando in numerosi comuni del casertano circa i vaccini anti-influenzali.

Com’è noto a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19 quest’anno è stata posta particolare attenzione alle vaccinazioni anti-influenzali in particolare per le categorie più a rischio per evitare il cumularsi di richieste di intervento o ricoveri ospedalieri tra pazienti affetti da influenza e quelli affetti da Covid-19. A predisporre i piani vaccinali per l’influenza sono le Regioni.

La Regione Campania aveva annunciato per quest’anno una più capillare e rapida campagna di vaccinazione contro l’influenza proprio per evitare confusione con i pazienti invece colpiti dal Coronavirus SarsCov2 (Covid-19). Lo stesso Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca proprio oggi nella consueta conferenza stampa del venerdì ha assicurato che il piano vaccinale per l’influenza sarà rispettato e portato a termine entro la fine di dicembre.

Eppure in molti comuni si registrano numerosi e preoccupanti ritardi che hanno messo in agitazione le comunità che giustamente vogliono veder tutelate in particolar modo i soggetti più a rischio soprattutto gli anziani. Da Roccamonfina, a Mignano Montelungo, da Conca della Campania a Vairano Patenora, e via via tutti i comuni dell’Alto casertano in tanti lamentano che presso i medici di base le vaccinazioni anti-influenzali sono di fatto bloccate o procedono con molto ritardo.

Va ricordato che il piano vaccinale regionale prevede che le vaccinazioni contro l’influenza stagionale vengano eseguite tra fine ottobre e fine dicembre per fare in modo che coloro che eseguono il vaccino siano protetti durante il cosiddetto picco stagionale dell’influenza che quest’anno è previsto per i mesi di gennaio e febbraio.

Ciò che colpisce però è l’assenza di vaccini in molti comuni ed il fatto che ancora numerose persone anziane o affette da gravi patologie e dunque considerate “a rischio”, ancora non siano state vaccinate contro l’influenza stagionale. Spesso ci si reca dal proprio medico di famiglia per chiedere di prenotare la vaccinazione per i nonni o per i propri cari che ne hanno bisogno e ci si sente rispondere che il vaccino ancora non è stato consegnato.

Perché questi ritardi? Cosa aspettano le autorità sanitarie provinciali e regionali a fare chiarezza in merito (magari attraverso una seria campagna d’informazione sui vaccini anti-influenzali oggi praticamente assente)? Questi sono i quesiti che i cittadini indirizzano alle autorità sanitarie regionali e locali affinché in un quadro già fortemente critico a causa dell’emergenza Covid-19, non si generi ulteriore confusione e disservizi per i cittadini.

Particolare attenzione nell’ambito del programma ragionale di vaccinazione anti-influenzale deve essere posta per le strutture residenziali sanitarie che ospitano i soggetti anziani, le ormai tristemente famose RSA (troppo elevate le morti in Italia in queste strutture a partire dallo scoppio della Pandemia Covid-19).

Proprio circa le strutture residenziali extra-ospedaliere, le cure domiciliari e il personale di cura in servizio presso queste, la Regione Campania lo scorso 14 agosto ha emanato una circolare specifica ad oggetto proprio la campagna vaccinale influenzale 2020/2021, con indicazioni precise su come e in che tempi procedere alle vaccinazioni (circolare della quale alleghiamo in link QUI).

In attesa che le vaccinazioni anti-influenzali riprendano senza ulteriori ritardi, per ulteriori informazioni in merito alla campagna vaccinale anti-influenzale 2020/2021 è possibile visitare il sito internet www.vaccinarsincampania.org al quale collabora l’Università degli Studi di Napoli Federico II, dove c’è una sezione specifica dedicata alle vaccinazioni anti-influenzali.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Vincenzo Mario
Giornalista Pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Campania. Vicedirettore e Redattore di V-news.it. In oltre 15 anni di professione vanta numerose collaborazioni con i principali quotidiani cartacei e online di Terra di Lavoro ed esperienze in emittenti televisive e radiofoniche. Tra le principali esperienze e collaborazioni spiccano: giornalista e fotoreporter per “Il Giornale di Caserta” e inviato per “TRM – TeleradioMatese” - Gruppo “Lunaset”, corrispondente e Redattore per la "Nuova Gazzetta di Caserta", giornalista per il mensile “Fresco di Stampa”, giornalista radiofonico e speaker, curatore del Notiziario campano per RCS – Radio Circuito Solare,

    Comments are closed.