• Mar. Giu 28th, 2022

L’intervento di Gianpiero Martone sulle elezioni amministrative a Vairano

Come è conoscenza di tutti, cittadinanza e intera stampa, a Vairano Patenora, all’ultima ora prevista dalla Legge, è stata presentata un’unica lista di candidati per il rinnovo amministrativo fissato per il prossimo 12 giugno. Candidato a Sindaco l’uscente vice sindaco Stanislao Supino e a capo lista l’uscente assessora Enza Bianco.

Non possiamo che esprimere il sintetico giudizio che stiamo difronte al possibile precipizio dell’intera Comunità Vairanese. Una Comunità che ha sulle spalle la responsabilità e un possibile nuovo sviluppo di un territorio, anche turistico, che è il più importante dopo Capua, nel quadro dei comuni della media valle di destra Volturno.

Non è affatto un giudizio di puro dolore personale e di odio verso tutti, nascondendo le proprie responsabilità. Al contrario consideriamo anche le effettive nostre responsabilità di quanto è accaduto e di tanti ipotetici amici alleati e responsabili che puntualmente sono scomparsi. Abbiamo certo commesso l’errore di fidarci troppo di loro e anche di chi ha fatto il parlatore confondendo; non di seconda conseguenza negativa è stata, purtroppo, l’impossibilità di dar vita alla dovuta consultazione popolare in presenza delle forti limitazioni previste dal Covid in atto.

Già nel 2017 avviammo con coscienza e consapevolezza un’azione popolare per dar vita a un’alleanza di UNITA’ CIVICA , con tutte le forze oneste e responsabili. Demmo vita a una popolare assemblea, in una grande sala conferenze a Vairano Scalo, che ci incoraggiò e ci esaltò fortemente; furono presenti la maggior parte dei possibili impegnati.

Passò qualche giorno e scomparvero tutti, che probabilmente, si erano presentati per individuare gruppi di potere da individuare e coinvolgere. Per questa ragione e giudizio ci rifiutammo anche allora di dar vita a conseguente lista di minoranza oppositiva, dicendo anche no a chi, sia pur invitato a partecipare all’Unità Civica, diede vita a una personale lista di minoranza.

E’ d’obbligo la domanda, rispetto al quadro che si presenta, ma c’è un PD e dove sta? C’è un 5Stelle con una deputata residente a 2 Km da Vairano, ha qualcuno? Dove stanno gli ex DC e PSI di una certa età con cui abbiamo sempre dialogato? Quale contributo stanno dando tanti professionisti che pur vivono economicamente su Vairano?

Difronte a questo quadro che riassumiamo non possiamo sottolineare altro che stiamo difronte, data la crisi sociale, all’opportunistica azione dei soliti gruppi d’affare che dagli anni 80 ad oggi fanno affari alle spalle dei Varanesi , soprattutto edilizio, insieme a inventati nuovi consiglieri regionali in concorrenza, per dotarsi di gruppi servili elettorali e di potere. Gli organizzatori di gruppi di potere oggi più che mai sono “agguerriti” perché il loro obiettivo è una corrotta concorrenza per non lasciar spazio a nessuno su eventuali finanziamenti previsti dal PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA – PNRR.   A nessun vairanese può sfuggire l’analisi e la valutazione del grande decadimento a cui Vairano è stata precipitata negli ultimi 10 anni. Valutazione e giudizio ancora più grave per la vicenda di volgare estromissione dalla nuova lista dell’uscente assessore Marco Zanfagna, confinato per le sue convinzioni contro l’interesse privato nei cimiteri, per la giusta gestione diretta comunale dei servizi e Cava Pizzomonte. Giudizio negativo ancora più radicale difronte al cambio di casacca di lestofanti che fino all’ altro giorno sparlavano in malo modo di Supino e Cantelmo  oggi ci vanno a braccetto ed hanno contribuito ad isolare Zanfagna.

Per questa dovuta conclusione la richiesta d’impegno a tutti i cittadini vairanesi è di NON ANDARE A VOTARE PER RICOSTRUIRE UNA VERA NUOVA SOVRANITA’ POPOLARE DI VAIRANO SU CUI CI IMPEGNEREMO DA DOMANI MATTINA. RICHIAMEREMO LE DUE PERSONE DI RISPETTO CHE NOI, NON ALTRI, ABBIAMO INIZIALMENTE COINVOLTO PER DAR VITA A UNA ONESTA LISTA CIVICA DI UNITA’, OLTRE AL DOVERE DI AVVISARE E RICHIAMARE TUTTI I COMUNI CONFINANTI A NON FARSI COINVOLGERE NEL SERVILISMO SUI CONTINUI TENTATIVI DI ACQUISIZIONE DA PARTE DELLA CONCORRENZA TRA CONSIGLIERI REGIONALI IN CARICA. NESSUNO DIMENTICHI CHE SIAMO IL TERRITORIO PATRIA DEL GRANDE BATTAGLIERO DEMOCRATICO,ENRICO LEONE, E DELLA NASCITA DEL GIUSTO BRIGANTAGGIO ANTISERVILE.

 firmato: Sinistra Italiana Gianpiero Martone

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa