• Ven. Ott 22nd, 2021

Vairano. Caso SIR, il 5 arriveranno i nuovi pazienti dall’ OPG

DiThomas Scalera

Dic 3, 2015

VAIRANO. C’è tanta confusione dietro la questione SIR, purtroppo. Confusione tra pazienti, politici e operatori. La riunione di ieri sera nella casa comunale ha portato, alla fine, ad un niente di fatto.Pazienti SIR

Da un lato c’è Bartolomeo Cantelmo, Sindaco di Vairano, che parla di “mani legate” perché il comune non può entrare nelle decisioni interne della dirigenza dell’ASL e dall’altro lato Martone che, invece, dice che il Comune deve iniziare un braccio di ferro non concedendo il cambio della destinazione d’uso alla struttura presente e Marzanello e chiama a raccolta la popolazione (VIDEO a fine articolo).

Neanche l’intervento di Migliozzi è servito ha dipanare questa nebbia intorno a questa annosa questione.

Purtroppo, a parte le chiacchiere di politici e addetti ai lavori c’è da incassare il pochissimo rispetto da parte della ASL di Caserta per Vairano e per tutti i territori limitrofi, uno schiaffo, l’ennesimo, ai cittadini dell’Alto Casertano intero, che perdono, di fatto, un altro servizio importantissimo.

Purtroppo l’altro dato incontrovertibile che questi stessi cittadini che hanno preso lo “schiaffo” ieri sera erano assenti all’assemblea, cittadini a cui, probabilmente, piace delegare il proprio futuro sempre agli altri e non scendere mai in campo in prima persona per difendere un proprio diritto. Un’assenza che, probabilmente, il popolo vairanese pagherà.

Da indiscrezioni raccolte tra gli addetti ai lavori pare che già il 5 dicembre dovrebbe arrivare una parte di quei 12 pazienti che sarebbero stati assegnati al SIR di Marzanello. Ciao SIR, benvenuto REMS.

 La voce di LINO MARTONE che chiama a raccolta la popolazione.

https://www.youtube.com/watch?v=uq7ncvuFsZk

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru