• Sab. Ott 23rd, 2021

VAIRANO. il Vigile urbano Diego Caputo spiega il contenzioso con il comune in un’ intervista esclusiva

DiThomas Scalera

Set 2, 2015

VAIRANO. Il caso di Diego Caputo è stato un caso molto discusso in paese negli ultimi 10 giorni, noi di OIM non abbiamo preso una posizione (perché dovevamo documentarci) e abbiamo preferito che fosse il diretto interessato a spiegare, in questa intervista ESCLUSIVA, come stavano le cose. Ora tanti angoli oscuri lo sembrano di meno.

caputo

1. Diego, illustraci, nel dettaglio come ti sei trovato, nello specifico, a lavorare con il Comune di Vairano.

Ho sempre amato questo lavoro, mio padre lo ha fatto per 40 anni è stato comandante son cresciuto con questa immagine, ho lavorato anche a teano e a Caianello, ma a Vairano mi son trovato e ancora mi trovo benissimo, mi son dato sempre da fare, conosco il territorio e la gente, ho collaborato sempre con l’attuale amministrazione in modo corretto e con il comando.

2. Quando hai iniziato a lavorare? Che tipo di contratto avevi?

Ho iniziato già nel 2006 – 2007 con il servizo civile presso il comune di Vairano dove già collaboravo con il Comando di P.M, poi come agente ho iniziato ne 2009 – 2010 con contratti a tempo determinato a quattro mesi, nel 2010 per un mese ho avevo doppio incarico tra Vairano e Teano.

3. Le tue mansioni specifiche?

Dopo il 2009 e 2010 ho lavorato nel 2010 anche a teano, nel 2011 al Comune di Caianello poi dal 9/7/2012 sempre a Vairano con una procedura attinto dalla graduatoria a tempo indeterminato del comune di Teano, dove sono idoneo, ho lavorato fino al 15 gennaio 2015, anche avrei dovuto lavorare fino al completamento delle procedure concorsuali. Ho svolto tutte le mansioni che ci attribuisce la legge, tutte quelle che fanno i vigili effettivi, pensa che nel 2014 mi fu data la responsabilità procedimentale e dell’istruttoria con determina dirigenziale su alcune mansioni.

4. Quanto tempo sei stato uno stipendiato del Comune di Vairano?

Attualmento sono ancora in servizio e ad oggi con 40 mesi svolti presso l’ente comune di Vairano Patenora in base ad una successione di contratti tra proroghe e rinnovi tutto secondo la legge e stipulati sulla base di concorsi pubblici espletati. Alla scadenza di questo ultimo contratto avrò 44 e più di servizio

5. È di questi giorni la notizia che il comune ha deciso di non stabilizzare la tua posizione a favore di un “comandante”. Dal tuo punto di vista era una scelta obbligata oppure pensi che il comune avrebbe potuto agire diversamente?

Guarda non scendo nei dettagli, il discorso è lungo ti dico che mi sono dovuto affidare a un rinomato studio di Napoli per tutelare i miei interessi di lavoratore e i miei diritti da “”precario”” in quanto ho superato il limite dei 36 mesi e potrei usufruire della stabilizzazione. la scelta di fare un Comandante non è assolutamente obbligata né obbligatoria, hanno presentato il nuovo fabbisogno delle assunzioni di fretta e furia, quella delibera la 112/2015 è viziata giuridicamente, annullabile “” furba”” , anti sindalale vàa contro i principi e i criteri stabiliti dalla circolare n. 4/2014 del ministero, razionalità, efficienza, economicità, trasparenza, imparzialità poi inoltre l’atto non è stato chiaramente motivato. L’amministrazione poteva fare scelte diverse e seguire il normale andamento ma forse ha dovuto abbassare la testa, visto le forzature dell’opposizione gruppo Torre, tu sai che (dal 2012 ad oggi ) ininterrottamente hanno sempre agito contro la mia posizione lavorativa mediaticamente e con atti interni all’ente ricorsi , diffide etc, mi meraviglio del Segretario Comunale che dovrebbe assicurare il buon andamento dell’ente, seduti tutti intorno ad un tavolo si possono trovare le soluzioni senza ledere le persone e il lavoro, non l’hanno voluto fare e sono rammaricato e dispiaciuto di questo improvviso cambiamento.

6. Di fatto, tra poco sarai disoccupato. Hai ricevuto la solidarietà di tanti cittadini. Cosa hai intenzione di fare adesso, cercherai altrove o pensi che ci siano i margini per il reintegro?

Ringrazio tutte le persone che pubblicamente si sono esposte e hanno commentato questa vicenda, dandomi solidarietà dal punto di vista lavorativo di tutela dei diritti, questa è un’ingiustizia, ringrazio tutti quelli che non usano i social, ma che mi fermano per strada e sono tanti, grazie, si spero in una costituzione del rapporto di lavoro o cmq il reintegro fino alla stabilizzazione, certo non mi auguro che il 21 dicembre sia un brutto natale, ma un natale felice per tutti. Ho presentato al tribunale del lavoro a s.m.c.v. il ricorso per il superamento dei 36 mesi e il risarcimento dei danni, ora dopo questa faccenda mi trovo costretto di fare anche ricorso al tar e di impugnare tutto, non capisco perché il dirigente ha ritenuto opportuno non bandire quel posto riservato alla stabilizzazione, collegato al concorso che hanno già espletato, e che vogliano andare a fare dei contenziosi con me che tra l’altro sono un ragazzo di Vairano, forse c’è qualcosa che non va. Lì dove non mi venga data la possibilità di partecipare al posto riservato in sede civile chiederò i danni per perdita di chance.

7. Hai avuto il sostegno dei sindacati oppure agirai per conto tuo?

No qui tutti fanno sempre finta di niente sia all’interno che all’esterno, poi io personalmente non li ho coinvolti ma se sarà necessario coinvolgerò il Sindacato della Polizia Municipale di Roma, per la tutela dei lavoratori!

8. Con la tua stabilizzazione ritieni che si sarebbe danneggiato, in qualche modo, qualche altro giovane vairanese?

No, non credo, come già detto anche su Facebook, auguro ad ogni ragazzo di realizzare i propri sogni, di raggiungere i loro obbiettivi ma non credo che tutti vogliano fare i vigili urbani, vista la scarsa affluenza nei concorsi il poco interessamento per questo tipo di lavoro, dove comunque ci vuole preparazione giuridica ed esperienze pregressa…insomma possedere dei requisiti specifici. Come io non so fare l’architetto né il postino né altro cosi viceversa, la mia esperienza la metto a disposizione della gente del territorio, abbiamo fatte operazioni contro reati ambientali ma non mi voglio vantare, voglio solo dire che non credo che la mia stabilizzazione ormai dopo tanto tempo possa danneggiare qualcuno, anzi l’unico ad essere stato danneggiato più volte sono io.

9.Ci lasciamo con una tua dichiarazione e un augurio al popolo vairanese che ti ha visto in questi mesi indossare la divisa e il gonfalone di Vairano Patenora.

Mi auguro per il nostro paese la crescita turistica uno sviluppo economico e una rivalutazione dell’agricoltura e dell’artigianato, che ognuno possa realizzare un sogno e trovare la propria strada.
Noi con il nostro lavoro cerchiamo di stare vicino ai cittadini di controllare il territorio di dare dei servizi essenziali, ho onorato il gonfalone dentro e fuori Vairano e spero di poterlo fare ancora per molto insieme ai miei colleghi, lavoriamo per la gente e il territorio io che sono del posto lavoro per onorare la divisa e per amore del paese, un saluto a tutti i lettori e ti lascio con una frase : che nessuno molli i suoi sogni!

Non mi sento un prediletto ma uno che con molti sacrifici cerca di raggiungere un suo obbiettivo…di vita.

caputo

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru