Alto CasertanoNewsVairano

Vairano. Inquinamento: i primi dati della centralina ARPAC non sono per niente confortanti

VAIRANO – Finalmente sono arrivati i primi dati della centralina mobile ARPAC installata nei pressi della scuola media di Vairano Scalo (via Cadorna). A giudicare dai dati strumentali rilevati si riscontrano una serie di anomalie abbastanza chiare. I dati riguardano la finestra tra il 17 ottobre 2019 ed il 31/12/2019, suddivisi per ore, per giorni e per media giornaliera.

Secondo i dati divulgati dall’ARPAC, infatti, che potete consultare qui, la media giornaliera per quanto riguarda il PM10 è di 29,17 e quelle del PM2.5 di 15,32. Diciamo che fin qui la questione potrebbe essere chiusa, considerando che questi livelli sono vicini a quelli di guardia ma al di sotto di quelli consentiti dalla legge. La norma, infatti, prevede un valore massimo della media annuale di 40 per PM10 e di 25 per PM2.5 e di 50 per il valore giornaliero per il PM10 (non c’è ancora una normativa precisa di classificazione del PM2.5). Questi valori però non devono essere superati per più di 35 volte in un anno.

Andando a spulciare i dati ci rendiamo conto che in circa 2 mesi e mezzo di monitoraggio ci sono stati ben 4 sforamenti, precisamente il 2, 7, 15, 18. Magicamente, però, il 19 la centralina si guasta e fino al 31 non rileva più i dati del PM10 e PM2.5 ma tutti gli altri SI!

Tutto ciò dimenticando il fatto che la centralina non è stata posta proprio nel centro di Vairano Scalo.

Una sola cosa si evince da questi dati, che la qualità dell’aria nell’ Alto Casertano sta peggiorando ad una velocità abbastanza elevata, e questo crea una problematica che ai più è ignota. Per questo i vari comitati contro il traffico pesante e noturbogas si sono mossi a salvaguardia dell’ambiente, a salvaguardia di una zona dimenticata, dove non vengono effettuare rilevazioni serie da decenni, dove c’è una concentrazione di inquinamento atmosferico e elettromagnetico impressionante.
Ci vogliono altre 10-100 centraline così, per far capire che questa piccola porzione di Campania dove un tempo si respirava bene andrebbe salvaguardata.

Restate sintonizzati perché tornerò sull’argomento, per ora è tutto.

Scarica i dati ARPAC

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.