Mar. Feb 25th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Vairano. La storia della stazione che cambiò il sud Italia

3 min read
EVENTI IN EVIDENZA
La tazione Vairano-Caianell onel 1939 – credits: lestradeferrate.it per concessione di Ferdinando Paternostro

La stazione di Vairano – Caianello venne inaugurata il 14 ottobre 1861 in occasione dell’inaugurazione della tratta ferroviaria fra Capua e Tora-Presenzano. La stazione crebbe la sua importanza il 20 maggio 1886 con l’inaugurazione della tratta per Venafro, poi prolungata verso Isernia ed il resto del Molise. La stazione divenne così un importante nodo di interscambio fra la Campania, il Lazio ed il Molise. Anche la sua posizione, nonostante fosse lontana dai centri abitati che le forniscono la denominazione (4 km da Vairano e 8 km da Caianello), è stata determinante per l’alta frequentazione viaggiatori e merci: essa infatti si trova all’intersezione della Via Casilina, antico percorso di collegamento fra la Campania e Roma e la Strada Statale 85 per il Molise e l’Abruzzo. Tutto questo ha comportato la nascita di un importante centro abitato proprio intorno alla stazione ed alle strade citate, denominato “Vairano Scalo”, attualmente frazione del comune di Vairano Patenora.

Poco prima dell’ingresso in stazione dal lato Cassino, era presente un raccordo ferroviario che conduceva alla vicina Cava Pizzomonte: probabilmente era in funzione nel dopoguerra fino agli anni sessanta, ma non abbiamo notizie più precise in merito salvo che il raccordo è riportato in una vecchia mappa dell’IGM.

L’antico percorso che portava allo “Scalo Pizzomonte” – Credits: www.lestradeferrate.it

L’avvento del trasporto su gomma ha portato lentamente alla dismissione del servizio merci, mentre il traffico viaggiatori si mantiene su buoni livelli, grazie anche all’interscambio con servizi di autobus per i vicini centri. Nel 2001 con l’apertura della variante di San Pietro Infine che collega la stazione di Venafro direttamente alla stazione di Rocca d’Evandro, i treni che collegano il Molise a Roma e viceversa non transitano più per la stazione di Vairano – Caianello, evitando tra l’altro una fastidiosa inversione di marcia: questo ha comportato la perdita di una fetta di viaggiatori che non si servono più di questa stazione per l’interscambio.

Attualmente la stazione è fermata di numerosi convogli e capolinea di collegamenti locali. La stazione conta su cinque binari passanti per il servizio viaggiatori denominati da 1 a 5 e da un binario tronco utilizzabile per il servizio viaggiatori in direzione Cassino e denominato “1 tronco”. I binari da 1 a 3 sono collegati tramite sottopassaggio mentre il marciapiede con i binari 4 e 5 è raggiungibile tramite passerella pedonale a livello binari. Sono presenti ulteriori binari passanti e diversi tronchini, alcuni a servizio dell’ex scalo merci, oggi dismesso. La stazione è presenziata, la biglietteria è abilitata in orari limitati (dal lunedì al venerdì dalle 6,30 alle 20,30) e in stazione sono presenti ulteriori servizi.

Grazie a: lestradeferrate.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close