Alto CasertanoNewsVairano

Vairano. Martone risponde ad alcuni gestori di Bar sulla polemica scatenata sul Social

Alcuna volontà vi era nel continuare il contenzioso circa le infondate polemiche aizzate dai gestori di bar; di dovere però, dopo aver letto le tante idiozie scritte da alcuni titolari di licenza di somministrazione, di cibi e bevande (BAR), mi costringono a intervenire, per fare dovuta chiarezza. In primis vi ricordo che voi siete in possesso di una licenza di BAR e non di LOCALE NOTTURNO.

Si continua a insistere con una stupida e volgare esclamazione, affermando che con l’Ordinanza emessa e in vigore non si può più lavorare. 

In primo luogo va chiarito che una Ordinanza Sindacale non è assolutamente il risultato di un pensiero e una volontà politica o ideologia, è un Dovere. Nel testo della Ordinanza vengono menzionate Leggi dello Stato; come è possibile che a qualcuno questo fa fatica a entrare nella testa? E’ possibile solo per chi svolge l’attività di esercente con la volontà di non rispettare le Regole dello Stato, i Diritti e i Doveri. Probabilmente chi polemizza si è limitato a leggere la conclusione con l’indicazione degli orari di apertura e chiusura ma non l’intera Ordinanza.

In secondo luogo va ricordato a tutti che le ordinanze seguono le continue lamentele, proteste e petizioni popolari da GIUGNO 2015; purtroppo da questa data, nonostante la tanta disponibilità da parte delle Istituzioni, la questione movida ha viaggiato sempre secondo l’interesse economico di qualcuno. Vairano Scalo è una paese che conta oltre i 2000 residenti, dove tutti godono della dovuta libertà;nessuno ha il diritto di pensare che la sua libertà individuale o economica deve sovrastare quella del concittadino. 

Cosa ancora più grave è stata l’affermazione, su una pagine social, che i Carabinieri della stazione di Vairano Scalo avrebbero graziato qualche bar amico, lo scorso sabato, perché probabilmente il proprietario è un Vairanese nato. 

Grave è pensare che chiedere il rispetto delle REGOLE E DELLA LEGGE sia cattiveria e invidia; invidia nei confronti di chi e di cosa? Invidiosi della capacità prepotente procurandosi alti redditi senza rispettare Regole? Se queste stupide battute sono riferite alla mia persona, sappiate,come si dice nel gergo popolare, “che Io a casa vostra non sono mai venuto a mangiare, manco ci voglio venire e mai ve lo chiederò”. No si tratta inoltre di “GUERRA” tra poveri si tratta di CIVILE CONIVENZA se siamo ancora una paese democratico.

Il mio compito e responsabilità,che va tanto oltre l’interesse personale, è di continuare a sostenere che questa Ordinanza va fortemente mantenuta; contemporaneamente, ancora una volta, chiedo alle Forze dell’Ordine di continuare a tenere sotto controllo tutto il territorio di loro competenza non solo Vairano visto che le Leggi dello Stato è un dovere di tutti RISPETTARLE garantendo quindi una concorrenza leale, soprattutto nei fine settimana, perché è necessario e obbligatorio mantenere un paese e una comunità molto più tranquilli.

Il Sindaco e il Vice Sindaco, se vogliono esercitare la funzione per la quale sono stati eletti,non devono assolutamente mollare ne valutare continuamente lo stato di rispetto e attuazione dell’Ordinanza, altrimenti non potranno evitare la giusta accusa guardano all’interesse dei pochi affittuari e non all’interesse della Collettività e al Bene Comune. 

In ultimo ed in modo fortemente sottolineato, mi è anche di dovere rispondere ai procurati riconoscimenti ed esaltazioni di parte, secondo le quali l’investimento in attrezzati bar ha procurato sviluppo e interesse di Vairano. Vero è che la rendita urbana è diventata eccessiva e io sono moralmente contro, ma sappiate che è il contrario, è Vairano che ha dato aiuto al vostro investimento e reddito. Vairano, con il suo crocevia, che unisce Centro e Sud, Tirreno e Adriatico, con la sua storica stazione FF.SS. è stata da sempre la Movida di migliaia di studenti e trasportatori, affollando i bar negli 60/70/80/90 , ma in modo corretto,anche di notte.

Lavoriamo tutti ad un patto di civile convivenza

✍️Gianpiero Martone

Gianpiero Martone – foto di Antonio Migliozzi

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Comunicato Stampa
I comunicati stampa

    Rispondi