• Dom. Ott 17th, 2021

Vairano, Rifacimento di via Patenara. Moreno: "Nessun merito a questa amministrazione, è un atto dovuto dell'ENEL"

DiThomas Scalera

Feb 17, 2017

VAIRANO – Come ci ha ormai abituato da tempo Lello Moreno non la manda a dire e si scaglia con veemenza dal suo profilo Facebook contro l’amministrazione.
Ieri, infatti, sulla pagina fb del Comune di Vairano, l’amministrazione (evidentemente ignorando la differenza tra un sito ISTITUZIONALE e la Propaganda Politica) si vantava della sistemazione della via:

Il giorno dopo la risposta dell’Avvocato non si è fatta attendere e dalla sua pagina FB ha tuonato:
Questa la mia risposta ai venditori di fumo manipolatori della realtà:
Ma che bravi questi amministratori a manipolare fino all’ultimo la realtà dei fatti.
Sì, perché poi hanno anche la sfacciataggine di riconoscere in che condizioni hanno lasciato si riducesse quello che era ormai divenuto un sentiero sterrato tanto che in molti lo avevano denominato la Parigi Dakkar o anche paragonato ad una strada di Kabul e questo, ovviamente, per assoluta carenza di MANUTENZIONE.
Ma a chi spetta la MANUTENZIONE di una strada comunale egregio amministratore che hai scritto il comunicato, se non al Comune stesso???
Quindi siete stati responsabili di quello stato di cose che ha dato origine anche a tanti giudizi per risarcimento danni e ve ne vantate pure.
Molto bene!!!
Passando all’ENEL i pinocchi ci dicono che “hanno preteso il rifacimento della via Patenara”.
Allora due cose: 1) la servitù di elettrodotto è un DIRITTO dell’Enel che non potevate impedire in nessun modo; 2) allo stesso modo, il ripristino dello stato dei luoghi è un DOVERE dell’Enel. Che poi questo dovere vi ha risparmiato di rifare una strada (si fa per dire) in condizioni pietose e sulla quale bisognava fare la gimcana per circolarvi, questo come ha detto Antonio Orabona è solo un colpo di culo.
Per cui dov’è il vostro merito?
Perché allora invece di vantarvi di meriti altrui, non ci dite perché non viene fatto un risparmio di spesa e il Comune è indebitato fino al collo tanto da non poter acquistare neanche una lampadina e deve andare continuamente in anticipazione di cassa per pagare gli stipendi?
Perché non ci dite per quale motivo non è stato ancora fatto il collaudo della nuova rete idrica dopo aver speso 3.800.000€ di finanziamento pubblico e dopo aver rivoltato un paese sotto sopra sollevando basoli e dovendo rifare i lavori, creando e continuando a creare disagio alla popolazione perché l’acqua manca peggio di prima?
Perché non ci dite come mai non avete recuperato oneri urbanistici a ricchi possidenti palazzinari che hanno devastato il territorio con le loro costruzioni abusive?
Questi sarebbero stati meriti ascrivibili a voi non quelli fatti con i soldi di altri per vostre inadempienze.
Ma la vostra faccia è come il bronzo e i vostri fallimenti dopo cinque anni di disastri sono sotto gli occhi di tutti.
Spero solo che questo la gente lo capisca e vi ripaghi con la giusta moneta.”

Si prospetta una battaglia molto dura da qui al 6 di maggio, sarà uno scontro senza esclusione di colpi.
Da parte nostra, cercheremo di stare, come sempre, dalla parte dei cittadini cercando di spazzare via fumi e nebbie e far ragionare il popolo con la necessaria serenità, senza parteggiare per nessuno se non per le sorti di Vairano, che è l’unica cosa che ci sta a cuore.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru