• Mer. Ott 27th, 2021

Vairano. Scuola Elementare, mamme sul piede di guerra. La Preside si oppone alle donazioni

DiThomas Scalera

Nov 24, 2015

wpid-vairano-scalo-garibaldi.jpg

VAIRANO. Sempre più preoccupante la situazione alla scuola elementare di Vairano Scalo. Già da tempo, per vari problemi, mancano le cose essenziali per il funzionamento di alcuni servizi.

Abbiamo ricevuto una forte protesta delle mamme, che negli ultimi mesi era stata un po’ mascherata dagli interventi privati. Pare, infatti, che le mamme comprino periodicamente le risme di carta per la didattica delle classi dei figli e in passato abbiano anche acquistato carta igienica e disinfettanti. Tuttavia, la preside Rosaria Iavarone ha categoricamente vietato alle mamme di acquistare Carta igienica o altri prodotti di igiene da “donare” alla scuola perché, pare per problemi burocratici, ci sarebbe il rischio che non siano a norma.

Di tutta questa situazione paradossale ne fanno le spese i poveri bambini che non hanno la carta igienica né i tovaglioli per asciugarsi le mani dopo averle lavate, mancando, inoltre, i prodotti per lavare i bagni (quelli dei ragazzi perché quelli dei docenti, come ci racconta una mamma arrabbiata, sono puliti alla “meglio” con prodotti acquistati dalle stesse maestre). Una situazione veramente paradossale sulla quale le mamme non hanno nessuna intenzione di tacere, non più.

“Ieri il mio bimbo è tornato tutto “sporco” a casa e quando gli ho chiesto il perché mi ha detto che non c’è carta e si asciugano le mani sul grembiule, questa cosa non posso più accettarla, si faccia qualcosa.”

stani_supino.jpg

Abbiamo sentito il vice sindaco Stanislao Supino che ci ha risposto: “La scuola ha ricevuto un contributo come ogni anno ma hanno finito il materiale con largo anticipo. Proprio questa mattina abbiamo provveduto ad integrare una parte di quest’ultimo e i detersivi arriveranno domani. Tengo a precisare che nessuno ci aveva comunicato nulla, e questa è una cosa assurda perché si sfiora il ridicolo in un Paese civile come l’italia. Abbiamo accelerato i tempi per la salvaguardia dei bambini, il nostro bene più prezioso. Il materiale che abbiamo portato speriamo che possa bastare fino a fine anno.”

Non resta che da chiederci di chi siano le responsabilità per questo disservizio, chiedersi il perché nessuno abbia comunicato al comune che mancava questo materiale essenziale per l’igiene dei bambini e, soprattutto, perché la Preside ha categoricamente vietato alle mamme di donare la carta igienica o i prodotti o semplicemente di farla portare da casa ai bambini.

E’ una cosa che approfondiremo, vi terremo informati.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru