Alto CasertanoNewsPoliticaPolitica localeVairano

Vairano. Sequestro pizzomonte, Moreno chiede al Sindaco di recedere dal contratto di compravendita

COMUNICATO STAMPA (estratto sintetico, a fine testo quello integrale)
Il gruppo consiliare Vairano Libera a seguito delle notizie di stampa in relazione ai fatti che hanno riguardato un’area in località Pizzomonte ancora formalmente di proprietà della famiglia Cantelmo di cui è comproprietario al 50% il Sindaco di Vairano Patenora, Bartolomeo Cantelmo, ha presentato al medesimo un’interrogazione in vista della prossima seduta di Consiglio comunale del seguente tenore:
Io sottoscritto avv. Raffaele Moreno nella mia qualità di consigliere comunale di minoranza

CHIEDO

al Sindaco di Vairano Patenora se intenda ancora perfezionare la compravendita dell’area di cui innanzi e della quale è comproprietario al sig. Giovanni Pellegrino essendo emerse le suddette accuse da parte della Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ovvero non ritenga maggiormente opportuno recedere dal contratto evitando che nel tessuto economico sociale della comunità vairanese si inserisca un tale soggetto. Inoltre, chiedo di sapere sia dal Sindaco che dal tecnico comunale se l’Ente abbia adottato le misure repressive previste dagli artt. 27 e 31 del Tu.Ed. ovvero l’ordinanza di abbattimento dei manufatti abusivi con l’acquisizione delle opere e dell’area di sedime al patrimonio comunale. Infine, chiedo di sapere se il Sindaco sia a conoscenza della eventuale sepoltura di rifiuti nell’area di cui è ancora formalmente comproprietario e di cui si accingono ad indagare i Carabinieri di Vairano Scalo. Chiedo che venga data risposta alla presente interrogazione nel corso della prossima seduta di Consiglio comunale e che sia presente anche il responsabile dell’ufficio tecnico comunale per dare risposte per la parte di sua competenza.

Leggi l’ordinanza completa

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.