• Lun. Ott 18th, 2021

Vairano. TERREMOTO nella Maggioranza, Del Vecchio si dimette

DiThomas Scalera

Gen 14, 2014

 

COMUNE DI VAIRANO PATENORA

—-ooo—-

RESTITUZIONE DELLE DELEGHE DIMISSIONI DALLA CARICA DI ASSESSORE USCITA DALLA MAGGIORANZA retta dal Sindaco, Dott. Bartolomeo Cantelmo, MIGRAZIONE NEI BANCHI DELL’OPPOSIZIONE DOTT. RAFFAELE DEL VECCHIO LETTERA APERTA DIRETTA AI CITTADINI DEL COMUNE DI VAIRANO PATENORA

 

Carissimi concittadini, con la presente comunico: 1) di aver restituito al Sindaco, Dott. Bartolomeo Cantelmo, le deleghe al personale ed al bilancio conferitemi all’atto dell’insediamento della maggioranza dell’Amministrazione Cantelmo; 2) di aver rassegnato le dimissioni dalla carica di Assessore; 3) di essere uscito dalla maggioranza dell’Amministrazione retta dal predetto Sindaco, Dott. Bartolomeo Cantelmo, e di essermi collocato all’opposizione della predetta maggioranza. Le motivazioni che mi hanno indotto, mio malgrado, ad assumere le suddette decisioni sono numerose e riguardano la riorganizzazione del personale degli Uffici; l’assunzione del Comandante del Corpo dei Vigili Urbani, in possesso dei requisiti di legge e per il tramite di procedura concorsuale selettiva; consequenziale riorganizzazione del corpo dei Vigili Urbani; osservanza dei principi che regolamentano la gestione economica – finanziaria del Comune (bilancio); opportunità della riassegnazione della dirigenza unica in pendenza di contenzioso. In ordine a quest’ultimo motivo e per una maggiore chiarificazione, si riporta, qui di seguito, la lettera di dimissioni notificata al Sindaco in data 14/01/2014. “”Egregio Signor Sindaco, la vicenda della dirigenza unica, di cui al tuo decreto sindacale del 03/01/2014 , ha determinato una frattura incolmabile che ha separato la mia posizione politico -amministrativa dalla tua e dalla maggioranza. Ci costituimmo in lista “Vairano Unita” per le elezioni del 6 – 7 maggio 2012 fondando il programma amministrativo da svolgere sui seguenti principi: solidarietà, concretezza, compartecipazione, sussidiarietà, trasparenza e attenta gestione delle risorse pubbliche. Io ci ho creduto e mi sono fino ad oggi impegnato a tenervi fede. Non è stato così per gli altri . La solidarietà, la trasparenza , la concretezza, l’attenta gestione delle risorse pubbliche dove sono finite? In realtà non sono state neanche sfiorate. Non comprendo l’ostinata volontà di riconoscere la qualifica di dirigente unico del comune di Vairano Patenora, di appena 6500 abitanti . E’ inutile dire che l’attribuzione di tale qualifica non comporta ulteriori spese per il Comune e addirittura, si legge nel decreto, che la stessa comporta convenienze economiche. E’ infondato tutto ciò. Lo scrivente, quale delegato al personale ed al bilancio, ha fatto del tutto per indurre te e gli assessori a procrastinare la decisione in ordine alla predetta dirigenza a conclusione del processo di lavoro pendente innanzi al giudice ordinario di S.Maria Capua Vetere che dovrà decidere, fra l’altro, sulla legittimità della suddetta dirigenza. Al contrario c’è stata fretta di riconoscere la qualifica di dirigente unico a tutti i costi, in anticipo rispetto alla conclusione non solo della causa in materia di lavoro, innanzi richiamata, intrapresa dall’Avv. Di Nocera, ma anche rispetto alla causa pendente innanzi alla Corte dei Conti, sezione di appello di Roma, della sentenza emessa dalla Corte dei Conti, sezione regionale di Napoli, in data 21/06/12. Credo che tu sia a conoscenza che quest’ultima sentenza, nella parte descrittiva in punto di diritto, riporta quanto segue: “”da quanto fin qui posto in evidenza discende che nel caso di specie è del tutto illegittimo, come giustamente prospettato dalla procura attrice, l’inquadramento nella qualifica dirigenziale attribuito dall’Amministrazione Comunale di Vairano Patenora all’Avv. Di Nocera nell’ambito del procedimento di conciliazione all’uopo instaurato dal dipendente comunale, il quale – valga ricordarlo – aveva superato un concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura di n. 1 posto di vice segretario – responsabile ufficio legale – responsabile del personale, appartenete alla 8° qualifica funzionale , bandito in esecuzione della delibera consiliare comunale di Vairano Patenora n. 142/98, assumendo conseguenzialmente servizio dall’1/04/99 ( CFR delibera giuntale comunale n. 92 del 25/03/99). Detta circostanza, per altro, era stata ricordata dal segretario comunale di Vairano Patenora, Avv. Rita Riccio, nella comunicazione del 14/06/07, diretta al Sindaco del Comune ed ai componenti la giunta comunale. “” Sul punto si ritiene opportuno precisare ulteriormente che la sentenza della Corte dei Conti, sezione giurisdizionale centrale, n. 366 del 2013, depositata l’11/06/2013, nulla dice in ordine alla legittimità della dirigenza unica del Comune di Vairano Patenora, in quanto si limita soltanto a statuire sulla responsabilità erariale degli amministratori. Per ritornare ai fatti, è corretto ritenere che la legittimità o illegittimità della dirigenza unica di che trattasi debba essere dichiarata, per competenza, dal giudice del lavoro. Ciò è importante per l’Amministrazione del Comune di Vairano Patenora in quanto la legittimità o illegittimità avrà riflessi sostanziali sulla debenza degli arretrati. Da ciò il dovere di curare al meglio la celebrazione della causa fino ad ottenere la giusta sentenza e da ciò pure l’insistenza dello scrivente nella richiesta di sospendere la delibera di G.M. n.90 del 01/07/2013, peraltro, si ripete, non accordata. Si è arrivati a formalizzare atti sulla base della delibera G.M. 90/13 (annullamento G.M.80/2010 e reintegro dell’Avv.Di Nocera nella posizione di dirigente) ritenuta assunta all’unanimità. Sul punto lo scrivente precisa che la predetta delibera, alla data in cui è stata presa come riferimento in sede di emissione del decreto sindacale del 03/01/14, non godeva del consenso pieno di tutti gli assessori in quanto lo scrivente, più volte in via verbale e per ultimo con richiesta scritta, in data 06/12/2013, ne aveva chiesto il riesame. La richiesta, tuttavia, non è stata riscontrata dal Sindaco. Il riconoscimento della dirigenza ed il consequenziale pagamento di somme per tale titolo, sia pure solo per somme non definitive, potrebbe compromettere l’esito della causa, specialmente quella in materia di lavoro, in quanto non sussisterebbe più la materia del contendere. Ciò configura da parte del Sindaco la cura dell’interesse del singolo, in danno dell’interesse collettivo. Si evidenzia che la giurisprudenza più consolidata ritiene che per l’assegnazione della qualifica di dirigente è necessario aver superato concorso pubblico. Questo non c’è stato nel Comune di Vairano Patenora. Le iniziative intraprese sono difformi al parere dell’Avv. Prof. .Antonio Pileggi che difende il Comune nella causa pendente davanti al Tribunale di S.Maria Capua Vetere, Giudice del Lavoro. E’ da chiarire perché non sia stato consultato il legale che difende il Comune, il quale ha anche sollevato il dubbio sulla legittimità della qualifica di dirigente conferita all’Avv. Di Nocera. Si consideri anche il Parere pro Veritate, rilasciato dallo stesso legale ritenendo doverosa la sospensione degli effetti di quelle delibere con cui l’Amministrazione aveva dapprima conferito a legali esterni un potere di transigere su materia assolutamente indisponibile e poi preso “atto” degli effetti della transazione conclusa modificando la pianta organica per consentire l’inquadramento dell’avv. Di Nocera nella qualifica dirigenziale. Tutto ciò determina ancora più confusione a quella già prodotta dall’inizio di tutta la questione, alimentando malessere nei cittadini che assistono increduli all’evoluzione dei fatti. Questo genera una mancanza di chiarezza che pregiudica i cittadini, l’amministrazione comunale ed anche lo stesso lavoratore. Trovo anche sconcertante il modo in cui la vicenda è stata gestita sia in passato che nel presente. Il giorno 03/01/2014 è comparso sul portale “PAESE NEWS – VAIRANO PATENORA” la notizia dell’avvenuto Decreto a firma del Sindaco, con allegato copia dello stesso decreto, con il quale si dispone: di riaffidare all’Avv. Di Nocera, la posizione dirigenziale e le correlate funzioni; di stabilire e attribuire la retribuzione di posizione, nella misura di euro 13.000,00, a far data dall’ 1/06/2012; di AFFIDARE, fino al 31/12/2014, al Dirigente Avv. Gaetano Di Nocera la titolarità delle posizioni organizzative, compresa l’adozione degli atti che impegnano l’Amministrazione verso l’esterno che la legge e lo statuto espressamente non riservano agli organi di governo, del settore amministrativo, del settore vigilanza e dell’Ufficio personale del Comune di Vairano Patenora; di non conferire aumenti o adeguamenti alla retribuzione di posizione in godimento all’Avv. Di Nocera, pari ad € 13.000,00, nonostante gli ulteriori predetti incarichi; di stabilire e dare atto che la retribuzione di risultato è fissata come da CCNL e sarà erogata annualmente a seguito della valutazione dei risultati ottenuti che verranno fissati in sede di bilancio di previsione; di fare salva  ogni riserva e successiva verifica delle singole voci stipendiali attribuite al precitato dirigente e dispone che, ove dovesse rendersene necessaria la rideterminazione, le eventuali differenze saranno oggetto di conguaglio con gli arretrati spettanti dei quali, stanti le precedenti disposizioni, è previsto il pagamento rateizzato da completarsi entro il 31.12.2014; di fare salva ogni successiva, diversa determinazione che dovesse rendersi necessaria alla luce degli esiti dei giudizi, riuniti o non, attualmente pendenti innanzi al Tribunale di S. Maria Capua Vetere – Sezione Lavoro – tra l’avv. Di Nocera Gaetano e il Comune di Vairano Patenora. Questo Decreto, ancora oggi 13/01/2014, ore 17,34, non risulta pubblicato nell’albo pretorio. Cosa sconcertante è che risulta pubblicato, quasi contemporaneamente alle firme, sul portale telematico di Paese News. Tale situazione è stata comunicata al Sindaco e al Segretario Comunale che non hanno dato risposte esaustive. La conferma dell’avvenuta sottoscrizione delle parti, è stata da me ricevuta a seguito di domanda specifica rivolta al Sindaco per mezzo di cellulare il 07/01/2014 alle 20,02. Il giorno 09/01/2014 vengono affisse all’albo pretorio del Comune di Vairano Patenora le determine (atti n°35 e 36 del 19/12/2013) del Segretario Comunale nella sua qualità di Responsabile dell’Ufficio Personale, con le quali, dopo una cronistoria degli eventi che hanno interessato l’intera vicenda, e in esecuzione della Delibera della G.M. 90/13, si liquidano gli arretrati spettanti all’Avv. Di Nocera, senza però dare chiarezza sulle modalità e criteri di calcolo eseguiti. Nelle determine stesse, nella parte in cui vengono riportati tutti i fatti successi, tra cui i dispositivi della Corte dei Conti, non viene menzionata la sentenza della Sezione Giurisdizionale per la Campania, emessa il 21/06/2012 nel giudizio di responsabilità, iscritto al n°63165 del registro di Segreteria. Tale sentenza riconosce in capo agli amministratori del tempo, la responsabilità per colpa grave avendo eseguito l’inquadramento dell’Avv. Di Nocera nella qualifica dirigenziale e originando un danno per l’illecita erogazione di somme al lavoratore. Ritengo, per gli esposti fatti, che il rapporto di fiducia reciproco sia ormai compromesso, visto che tutte le operazioni sono state compiute dal Sindaco in totale autonomia senza consultarmi ed in dispregio delle proposte ed iniziative da me presentate nella qualità di delegato al Personale e al Bilancio. Fino ad oggi gli impegni di programma elettorale della lista “Vairano Unita” non sono stati onorati, proporzionatamente al tempo trascorso dalle elezioni amministrative. Così procedendo allo scrivente è preclusa ogni possibilità di espletare attività amministrativa a vantaggio esclusivo della cittadinanza tutta di Vairano Patenora. Ritengo, pertanto, di rinunciare, con effetto dalla data di ricezione della presente, come rinuncio, alle deleghe conferitemi dal Sindaco e di dimettermi , come mi dimetto, da Assessore e di passare, come passo, ad espletare l’attività di consigliere nelle fila dell’opposizione nel Consiglio Comunale, con gruppo autonomo. La mia candidatura è stata posta a suo tempo soltanto al sopra dichiarato scopo.

Molti ringraziamenti e cordiali saluti

  Dott. Raffaele Del Vecchio

Ringrazio tutti i concittadini che hanno riposto fiducia nella mia persona ed assicuro che continuerò ad impegnarmi per il bene della collettività, sia pure dai banchi dell’opposizione. Cordiali saluti a tutti

Cons. Dott. Raffaele Del Vecchio

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru