• Ven. Ott 22nd, 2021

Venezuela. Scoppia incendio durante sommossa in carcere. Almeno 68 morti.

Dopo l’incendio scoppiato pochi giorni fa in un centro commerciale in Russia, ci troviamo a documentare di nuovo una tragedia affine, avvenuta stavolta in America latina.

Durante una rivolta di prigionieri nel carcere di Valencia,

capitale dello stato federato venezuelano di Carabobo, alcuni detenuti hanno dato fuoco a dei materassi, provocando un incendio di dimensioni macroscopiche, che ha causato, secondo fonti locali, almeno 68 morti. Un gran numero di questi sarebbero anche donne e bambini, in visita a parenti carcerati. Le famiglie riunitesi all’esterno del carcere per avere notizie dei propri cari sono state allontanate con dei gas lacrimogeni dalla polizia. Non è la prima volta che accade una sommossa del genere nello stato venezuelano, ma secondo le ONG per i diritti umani una tragedia del genere non si era mai verificata. Il presidente Nicolas Maduro ha annunciato che verrà aperta un’inchiesta per indagare sull’accaduto. Lo stato di Carabobo ha già dichiarato la giornata di lutto per quanto accaduto

Aversa. Rain Arcigay Caserta onlus: sentenza storica del Tribunale di Napoli Nord

Napoli. Liceo Mazzini, si discute di violenza sulle donne con il film “Disinganno”

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Pasquale Malatesta

Mi chiamo Pasquale, scrivo da Caserta, ho 19 anni e frequento il secondo anno della facoltà di Economia dell' Università "Luigi Vanvitelli" a Capua.