• Ven. Ago 12th, 2022

Ventottesimo turno del campionato di Serie A

Il punto sul ventottesimo turno del campionato di Serie A

(Di Genesio Tortolano). La ventottesima giornata del campionato di Serie A, ha avuto quale prologo il match di ieri alle 20,45, quello del “Meazza”, tra  i campioni d’Italia dell’Inter e il fanalino di coda Salernitana. Un confronto senza storia che ha visto i neroazzurri meneghini, allenati da Simone Inzaghi, imporsi con eloquente 5 – 0, contro un malcapitato club granata guidato da Davide Nicola. Grazie al successo di ieri, la beneamata come viene chiamata dai propri tifosi spera di essersi lasciata alle spalle il lungo periodo buio che gli è costato provvisoriamente il primato in classifica. I milanesi va ricordato devono ancora recuperare il match esterno del “Renato Dallara “non disputato per le note vicende riguardanti le diverse positività causa covid dei rossoblù felsinei, bloccati dal divieto dell’autorità sanitarie locale. Pertanto la truppa lombarda, in caso di vittoria, ritornerebbe al comando della graduatoria.

Le gare in calendario oggi sono tre, tutte contrassegnate da un certo interesse e riguardano, sia la coda, che le posizioni di vertice, con particolare attenzione alla zona assolata e dorata che vale un posto in Champions League. Partiamo dal match delle 15, quello della “Dacia Arena”, tra l’Udinese, compagine bianconera allenata da Gabriele Cioffi ed il team blucerchiato della Sampdoria di mister Marco Giampaolo. Una partita importante, poichè sono in palio preziosi punti in chiave salvezza, visto che, alla luce di quanto ottenuto fino ad ora, nessuna delle due contendenti è sicura della permanenza nella massima serie. Pertanto, ci sarà ancora da lottare e battagliare sin da oggi e nel proseguio della stagione su tutti i campi, per essere al riparo da spiacevoli sorprese. Qualche ora dopo e precisamente alle 18, il livello tecnico di mediaticità e dialettico, si alza con il match dello stadio “Olimpico”, tra la lupa giallorossa dello “Special One” al secolo, Josè Mourinho e la Dea neroazzurra, l’ Atalanta di Giampiero Gasperini. Un match da vivere con l’argento vivo addosso e con l’adrenalina che scorre a fiumi, visto il carattere sanguigno, fumantino e polemico dei due tecnici che caricheranno a mille le loro rispettive squadre. Pertanto, si prevedono ritmi elevati e scintille sul rettangolo di gioco, per due squadre strutturate anche sotto il profilo fisico, oltre che tecnico. A  completare il trittico di gare in calendario, troviamo quella delle 20,45 che vede quale teatro lo stadio “Unipol Domus”, dove si sfidano i rossoblù del Cagliari di Walter Mazzarri, opposti al sodalizio biancoceleste della Lazio del “Comandante” Maurizio Sarri. Anche questa gara, offre chiavi di lettura interessanti, poichè da una parte c’è la voglia del team sardo, bisognoso di punti per cementare la propria classifica, mentre dall’altra vi è un sodalizio come quello capitolino che punta ad una poltrona europea, possibilmente quella con la magnifica vista sul panoramico terrazzo della Champions League, ora un poco più lontana, dopo il ko interno di domenica scorsa con il punteggio di 1-2, contro il club azzurro del Napoli di Luciano Spalletti.

Proseguendo la carrellata, il passo successivo è quello riguardante gli incontri domenicali, a partire da quello delle 12,30, dove allo stadio “Luigi Ferraris”, il  il grifone rossoblù del Genova guidato dal tedesco  Alexander Blessin, riceve la visita del team azzurro dell’Empoli guidato da Aurelio Andreazzoli. Il confronto, è importantissimo in ottica classifica, soprattutto per i locali liguri che hanno un disperato bisogno di punti per risalire la corrente, poichè allo stato attuale sarebbero retrocessi in serie B. Gli ospiti, invece, nell’ultimo periodo, hanno ricevuto molti applausi ma pochi sono i punti conquistati, pertanto per loro urge ritrovare le antiche certezze per scongiurare una china pericolosa che rischia concretamente di risucchiarli in zona retrocessione. Alle 15 sono in programma tre gare, la prima sotto la lente dei riflettori è quella dell’Artemio Franci, dove si disputa un interessante Fiorentina  – Hellas Verona. I viola gigliati, cercano il riscatto, poichè reduci dalla sconfitta maturata in trasferta con il punteggio di 2 – 1 al “Mapei Stadium, contro il team neroverde del Sassuolo di mister Alessio Dionisi, mentre l’Hellas Verona di Igor Tudor, arriva con il morale altro, dopo il successo casalingo per 3 – 1 nel sentitissimo derby contro il club arancioneroverde del Venezia, allenato da Paolo Zanetti. La gara del “Renato Dallara”, tra Bologna e Torino, apparentemente non presenta particolare interesse e significati, vista la classifica praticamente consolidata di entrambe le squadre. Gli stimoli, possono arrivare dalla voglia di superarsi per migliore ulteriormente la rispettiva posizione che attualmente le vede lontane sia dalla zona Europa League, che da quella retrocessione. Inoltre l’impulso lo portano i due tecnici dotati di un notevole temperamento e cioè il serbo Sinisa Mihajlovic, per i rossoblù felsinei e il croato Ivan Juric per i granata. Un match importante, è senza dubbio quello del “Penzo”, tra la compagine arancioneroverde lagunare del Venezia, del sopraccitato Paolo Zanetti, opposta al sodalizio neroverde del Sassuolo di mister Alessio Dionisi. Tale gara vale moltissimo per i veneti che vogliono sfruttare il fattore campo per incamerare preziosissimi punti in ottica salvezza. L’avversario emiliano, però è certamente un cliente scomodo, poichè in trasferta ha domato formazioni titolatissime come Juventus, superata “Allalianz Stadium” per 1 – 2, il Milan per 1 – 3 ed infine l’Inter con il punteggio di  0-2, , passando contro entrambe al “Giuseppe  Meazza”. Inoltre ha conquistato un pareggio sempre lontano da casa per 1 – 1 al Diego Armando Maradona. Alle 18, va in scena il confronto dello Stadium, tutto a tinte bianconere, tra la Vecchia Signora di Massimiliano Allegri e lo Spezia di Thiago Motta. I piemontesi, devono vincere per proseguire la corsa propedeutica ad un piazzamento in zona Champions League, mentre i liguri vanno a caccia del risultato di prestigio. Chiuda questa ventottesima giornata del massimo campionato di serie A, l’attesissimo posticipo serale delle 20,45, un match che vale una consistente porzione di scudetto  e cioè quello che vede quale palcoscenico lo stadio “Diego Armando Maradona”, dove si disputa il confronto, tra il lanciatissimo Napoli, compagine azzurra allenata da Luciano Spalletti ed il Milan, formazione rossonera guidata da Stefano Pioli. Questo match si annuncia al cardiopalma e promette goal e tanto spettacolo, visto il valore tecnico e agonistico delle due squadre. 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale