• Sab. Lug 2nd, 2022

Viandanti Itinerario storico, culturale e mitologico alla scoperta del Mezzogiorno

Venerdì 25 Marzo 2022 uscirà in tutte le librerie Viandanti  Itinerario storico, culturale e mitologico alla scoperta del Mezzogiorno di Giovanni Cardone & Marco Scarfiglieri con la Prefazione di Rosario Pinto edito da LFA Publisher casa editrice NoEap e sarà presto online. La suddetta casa editrice parteciperà al Salone del Libro di Torino dal 19 al 23 Maggio 2022 è li troverete anche il nostro volume. Vi è un filo rosso che lega la cultura del Mezzogiorno d’Italia, un itinerario lungo una memoria sempre vivida e una modernità in costante evoluzione, un viaggio che a suo modo connette Caravaggio a Maradona, una terra mitica alla sua natura, il mistero dei culti ai riti della contemporaneità. Il lettore come un viandante si addentra nei meandri luminosi come in quelli più oscuri delle terre più a sud della penisola italiana. Un peregrinare tra i pensieri di alcuni grandi maestri, tra la storia e il culto, tra i luoghi e i riti, tra racconti e vite di alcuni dei più celebri personaggi che hanno vissuto o solcato questa fervida terra. Di Mezzogiorno affermano gli autori:  si è scritto tanto, forse troppo, forse poco, a volte bene, a volte meno. Allora, in tempi che ci hanno visto viaggiare poco e nell’attesa di tornare a toccare con mano quanto il nostro Mezzogiorno ha da offrirci, abbiamo proposto un viaggio attraverso e sull’onda della letteratura. Le pagine di un libro possono spalancare mondi straordinari anche sulla storia, sui culti, i riti, i rituali e miti che da sempre segnano l’anima, il carattere e la geografia di questa terra. I culti e i riti potremmo immaginarli come memorie collettive essenziali quindi per definire l’identità di un popolo. A Napoli si parte sin dalla sua fondazione, basti pensare al mito di Partenope. Ma culti e devozioni, come abbiamo già accennato in apertura, scrivono pagine di storia ancora oggi. Il Mezzogiorno d’Italia ha una sola alternativa per potersi rilanciare, un qualcosa che dentro di sé racchiude un universo sconfinato, il Mezzogiorno stesso. Un crocevia di antico e moderno, di cristiano e pagano, di mito e agiografia, una distesa straordinaria di bellezze naturali e di incanti culturali. Il Mezzogiorno dovrebbe ripartire da mirate campagne culturali, strategie che riescano a valorizzare territorio ed economia, senza mai perdere di vista l’obiettivo principale, il rilancio di una parte d’Italia che meriterebbe, talvolta, più rispetto e considerazione da chi di dovere. Ovviamente la ripresa passa anche da chi questa terra la vive, ciascuno ovviamente a suo modo e con i suoi mezzi, Peregrini prima, Viandanti poi, si sono posti in questa direzione.  Infine  gli autori dicono che : “I viandanti e i peregrini del Terzo Millennio ricercano nella memoria qualcosa di nuovo, uno spiraglio di diversità, orme del passato, sentieri del presente, strade che conducano al futuro.”

Biografia  Giovanni Cardone 

Saggista, storico dell’arte e critico d’arte, docente di Storia dell’Arte Moderna e Contemporanea presso istituzioni universitarie e di alta formazione. E’ autore di numerosissimi volumi monografici dedicati a personalità dell’arte contemporanea ed è stato curatore di numerosissimi eventi espositivi, congressuali e di convegni. Ha collaborato e collabora tuttora con numerose riviste e quotidiani con articoli e saggi, storici e critici. Collabora con l’Istituto delle Scienze e del Patrimonio Culturale C.N.R. Ha diretto importanti gallerie pubbliche di arte contemporanea ed ha svolto attività di ricerca e di studio in contesti accademici e in istituzioni universitarie e di alta formazione . Collabora con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici e con l’Archivio Diocesano e con Centro Studi Storici Cola d’Alagno. Nel 2014 diviene Accademico Onorario Università Svizzera Italiana, mentre nel 2015 gli viene conferita la Laurea Honoris Causa in Storia dell’Arte presso l’Università Svizzera Italiana, dove è membro del Senato Accademico. Scrive per la Rivista Storica «Nuovo Monitore Napoletano» la quale collabora con l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Archivio Diocesano e Società di Storia Patria. Ha scritto di recente Astrattismo e Futurismo Idee per un rinnovamento della ricerca artistica dell’esordio del ‘900, Valori Plastici e il Clima di Ritorno all’Ordine in collaborazione con Rosario Pinto, editi da Printart Edizioni Salerno. Da saggista ha scritto per Prospettiva Editrice Riti e Rituali a Napoli in Campania e nel sud Italia e Peregrini a cura di Giovanni Cardone edito da Santelli Editore. 

Biografia  Marco Scarfiglieri

Storico, saggista, editor, agente letterario, giornalista pubblicista, opinionista per la trasmissione Rai Passato e Presente. Curatore del Progetto Editoriale e Saggista di Peregrini. Cammino tra i culti, i riti e i rituali del Mezzogiorno d’Italia, edito da Santelli (2021). Redattore e responsabile dell’area culturale per il magazine online «Terre di Campania» dal 2015. Nel 2019 curatore dei contenuti per il progetto di alternanza scuola-lavoro (Associazione Terre di Campania) presso la scuola I.P.S.E.O.A. “I Cavalcanti” di Napoli, e autore della relativa lezione Campi Flegrei, appuntamento con il Mito e la Storia. Relatore nel dicembre 2018 al convegno d’apertura della rassegna Mangiatoria e Mangiatoia tenutasi nel Palazzo Aragonese di Palma Campania, durante il quale presenta Il Palazzo Aragonese di Palma Campania e la sua storia. Nel gennaio 2016 al convegno Le radici del male organizzato dall’associazione Rosa Bianca, presenta e discute in quanto relatore l’intervento Medz Yeghern. Il Genocidio Armeno. Dal 2015 al 2019 da freelance è editor e curatore dei contenuti culturali di numerosi progetti e iniziative dell’agenzia di comunicazione e marketing Sema. Cantautore, nel 2021 lancia i suoi primi singoli, Campo di Stelle e Guarigione. Con le mie parole e la mia cultura spero di dare voce all’anima candida di questa terra.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa