• Ven. Ott 22nd, 2021

Vietata piscina ai profughi

DiThomas Scalera

Gen 15, 2016

bornheim

Venerdì 15 gennaio 2016
Il comune di Bornheim (cittadina tedesca) ha deciso di vietare l’ingresso ai profughi di sesso maschile alla piscina comunale. Cosa sta accedendo in Germania?
Durante la notte di capodanno, dopo che un gruppo di immigrati nordafricani stuprò selvaggiamente alcune ragazze tedesche nella stazione centrale di Colonia, negli abitanti sorse una nuova e strana sensazione. Sentimento razzista? Quella stessa notte altri profughi in diverse città parteciparono al macabro gioco dei maniaci,  violentando e rapinando giovani donne, come se fossero improvvisamente impazziti, presi da una strana frenesia criminale.
Forte la reazione della Merkel che destituì il capo della polizia dal suo incarico. I cittadini hanno paura, per questo, successivamente ad una denuncia ai danni di una piccola comitiva di  profughi che probabilmente da quanto riportato, non rispettava le regole di una piscina comunale, ed infastidiva le bagnanti
il comune decide di negare l’accesso a tutti i profughi di sesso maschile. L’umanità fa ancora un passo indietro. Non si parla di presunto razzismo, ma ci sorge una domanda, è  giusto condannare un grandissimo gruppo di persone a causa di una minoranza? Sradicare un intero melo per qualche frutto marcio?
È proprio di questo che parla Markus Schnapka, direttore degli affari sociali. ” So con questa misura di fare un torto a gran parte dei profughi che non hanno colpa”
Menomale. Poi ha aggiunto ” La nostra concezione di uguaglianza tra i sessi non è in discussione”. Va bene, ma siamo davvero convinti che condannare tutte queste persone sia davvero giusto? Siamo sicuri di non mettere in discussione i nostri stessi valori?
Gli strani e raccapriccianti stupri avvenuti in Germania hanno sconvolto la popolazione. Paura, rabbia e diffidenza sono cresciuti a dismisura. Non ci resta che sperare per il meglio. Un  ritorno trionfante della ragione e del buonsenso nel cuore dei tedeschi e di tutti profughi.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru