• Ven. Ott 22nd, 2021

VIGILANZA ISPETTIVA, COORDINAMENTO FRA I VARI ENTI.

DiThomas Scalera

Feb 18, 2016

Caserta  –  Febbraio 2016

Fra non molto il nuovo Ispettorato Nazionale del Lavoro entrerà in funzione, essendo ormai pronto il relativo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ( DPCM ) sull’organizzazione del nuovo Ispettorato.

Il DPCM sarà pubblicato dopo la sua presentazione ai Sindacati. Successivamente, la Agenzia Unica delle Ispezioni del Lavoro, denominata Ispettorato Nazionale del Lavoro, entrerà gradualmente in funzione.

La Segreteria della Cisas anticipa, come già fatto nei mesi scorsi, la costituzione di 4 Ispettorati Interregionali, che avranno sede a Milano, Venezia,  Roma e Napoli, che avrà competenza su tutto il Sud.

Saranno accorpate 19 Direzioni Territoriali, mentre la Direzione Interregionale di Napoli avrà competenza anche sulle attuali sedi di Isernia, Campobasso, Chieti e Pescara.

L’attività di Vigilanza sarà disposta dalle strutture centrali e territoriali dell’Ispettorato ed attuata dal personale ispettivo dello stesso Ispettorato del Lavoro, dell’ Inps e dell’Inail e sarà coordinata da un Centro di Coordinamento, con sede centrale, a Roma.

La Segreteria della Cisas fa presente che i funzionari addetti potranno rappresentare l’ufficio anche in caso di giudizi di primo e secondo grado.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru