• Dom. Nov 27th, 2022

Violenza sessuale tra detenuti all’interno del carcere di Santa Maria Capua Vetere

La Segreteria Regionale della FP CGIL Campania tuona sulla violenza sessuale avvenuta nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

A parlare è Salvatore Tinto Segretario Regionale FP CGIL Campania per la Polizia Penitenziaria che esprime forti perplessità sulla gestione poco chiara della Dirigente in missione.

È inaccettabile che si assista inermi a fatti del genere, manca il personale Sanitario, delle Funzioni Centrali e cosa ancor più grave, manca un’aliquota adeguata della Polizia Penitenziaria.

Chiederemo al Provveditore Campano di fare chiarezza sulla vicenda. – continua Orlando Scocca Coordinatore Regionale della Polizia Penitenziaria per la FP CGIL e Carmela Ciamillo Resp. FP CGIL Funzioni Centrali Caserta.

Durante la visita sui luoghi di lavoro effettuata il 22 scorso, dove la Dirigente in missione, nonostante l’abbondante tempistica di preavviso della nostra visita è risultata assente, siamo stati accolti dal Comandate e da altro Dirigente in sostituzione a quello in missione. Poca attenzione ai diritti dei lavoratori è emersa nella struttura di Santa Maria Capua Vetere, circa 10 unità inserite in posti di servizio senza regolare procedura di interpello e distolte dalla sicurezza dei reparti detentivi, addirittura un appartenente al Corpo di Polizia Penitenziaria destinato ad un posto di servizio, mai concordato con le O.O.S.S. che, durante la visita, siamo venuti a conoscenza trattasi di segretario particolare del Direttore in missione, in pratica ha evocato a se stessa il beneficio concesso solo alle alte cariche dello Stato ed è inaccettabile la leggerezza con cui l’Amministrazione centrale rimane silente, non c’è bisogno di aggiungere altro su cosa si verifica quando non vi è una Dirigenza titolare e si perde di vista il fondamento del sistema penitenziario Italiano che tende al reinserimento del Reo.

Aggiunge Mirko Manna FP CGIL Nazionale – Ringraziamo il Comandante della Polizia Penitenziaria , persona di provata esperienza che, nonostante la grave situazione organica è riuscito insieme alla Dott.ssa Palma a seguirci nella nostra visita, ma è incomprensibile come, dopo i fatti di cronaca nera il Ministero non abbia inviato un Direttore titolare che provenga da una regolare procedura di assegnazione, possiamo comprendere il particolare momento politico per la Ministra Cartabia, ma ci aspettavamo di più da Lei, dopo aver portato il Presidente Draghi nel carcere Sammaritano.

Chiederemo al Capo del Dipartimento Pres. Renoldi e il Direttore Generale del Personale Dott. Parisi, di inviare ulteriori unità Polizia Penitenziaria e di bandire nell’immediatezza una procedura di assegnazione trasparente per identificare un Dirigente Penitenziario titolato a ricoprire quel ruolo, basta provvedimenti tampone che portano inevitabilmente ai su citati fatti che minano e devastano la dignità umana.

Conclude Manna: Un giro di poltrona che va da Avellino a Santa Maria Capua Vetere, il tutto senza una trasparente procedura che una pubblica Amministrazione è tenuta a rispettare.

Print Friendly, PDF & Email
Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa