• Gio. Ott 21st, 2021

Vitulazio. Lavoro, l’ex consigliere Russo attacca l’ex sindaco Romano: “Licenziati” due lavoratori comunali

DiThomas Scalera

Gen 6, 2018

VITULAZIO. Dopo venti anni di “forzato precariato” molti percettori di mobilità hanno perso il lavoro. A Vitulazio è stata decretata la cessazione del rapporto con due percettori di mobilità per effetto di una normativa nazionale (la riforma Fornero) che ha modificato il regime dell’istituto della mobilità, che consentiva l’inserimento in specifiche liste di alcune categorie di lavoratori oggetto di licenziamenti collettivi, con l’obiettivo di favorire il passaggio ad altra impresa o ente, conservando nel frattempo un trattamento di integrazione salariale.

Oltre ad esprimere solidarietà a Michele e Raffaele, corre l’obbligo di fare delle considerazioni sulla pregressa gestione di questi rapporti lavorativi. In passato si erano più volte create le condizioni per rendere stabili quei rapporti di lavoro, alcuni Enti hanno utilizzato gli strumenti normativi predisposti dal Governo o dalle Regioni per dare certezza e stabilità a queste categorie di lavoratori. Il Comune di Vitulazio, invece, ha ritenuto opportuno “tirare a campare” e mantenere questi lavoratori in una condizione di soggezione e sudditanza.
Analogo trattamento è stato riservato dalle passate amministratori agli LSU, Lavoratori Socialmente Utili, , anch’essi dipendentii precari che percepiscono una integrazione salariale dal Comune e dall’INPS.
Nel corso dell’ultima consiliatura avevamo più volte sollecitato, attraverso interrogazioni, richieste ed interpellanze, la passata amministrazione ad affrontare la problematica che riguardava queste categorie di lavoratori. Come gruppo politico consiliare di minoranza avevamo anche indicato le procedure da seguire, i vantaggi che sarebbero derivati al Comune (riduzione delle aliquote previdenziali, contributo salariale, ecc…), ma l’ex amministrazione restava sorda ed insensibile alla problematica sollevata.
Il Sig. Sindaco, in tutt’altre faccende affaccendato, non si degnava neanche di una risposta, nonostante le reiterate richieste.
Qualcuno gli ha anche “spontaneamente” reso “servigi” personali a domicilio.
Sig. Prof. Romano Luigi, Lei che negli ultimi venti anni ha ricoperto ruoli ed incarichi politici importanti (Sindaco, Vicesindaco, Assessore, ecc…) dica per quale motivo non ha ritenuto di dare dignità e certezza a questi lavoratori e alle loro famiglie, Lei che aveva promesso di impegnarsi e risolvere queste problematiche?
Oggi è stato il turno di Michele e Raffaele, ai quali esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà, oltre che l’impegno per trovare una soluzione al loro dramma lavorativo ed esistenziale. Domani potrebbe riguardare gli LSU, Antonio, Natalino, Silvana e Battista, gli ultimi precari che ancora “resistono” e che pure hanno ricevuto promesse ed impegni, sempre disattesi.

Il Gruppo Politico “Unità e Solidarietà”

Raffaele Russo

Leggi anche:

Vitulazio. Reddito di inclusione, il circolo PD organizza un’iniziativa

Trentola Ducenta. Lavori socialmente utili, ecco la richiesta dei Verdi e del PCI

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru