• Ven. Ott 22nd, 2021

Zaia: “Se il virus perde forza è artificiale”

L’opinione del governatore del Veneto Luca Zaia

“Se il virus perde forza vuol dire che è artificiale. Un virus in natura non perde forza con questa velocità”. E’ questa l’opinione del presidente del Veneto, Luca Zaia, rispondendo a una domanda dei giornalisti in merito all’annotazione di un ricercatore lombardo secondo il quale il virus perderebbe forza durante le mutazioni di questi mesi. “Se perde forza – ribadisce Zaia – probabilmente potrebbe essere un virus artificiale. Notiamo che la fase endemica, quella del contagio forte è meno importante, meno rappresentata oggi. Sarà la temperatura, sarà che il virus si è spompato, magari se ne andrà definitivamente e così non avremo la recidiva autunnale. E’ la mia personale opinione, ma non di scienziato – chiarisce -. Se va via tanto velocemente, qualcosa di artificiale c’è di mezzo”.

Il governatore veneto è intervenuto anche sulla questione ristoranti. “Leggo da qualche parte che qualcuno  parla di mettere un tavolo ogni quattro metri: se lo metta a casa sua un tavolo ogni quattro metri. Ma non nei ristoranti perché questo significa chiuderli tutti. Un conto è l’esercizio scientifico ma un discorso diverso è la vita reale”. Zaia si è poi augurato che “le linee guida per le riaperture siano ragionevoli”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale