CoronavirusEconomiaInternetNewsPagina Nazionale

Bonus 600 euro, troppe domande e attacchi hacker: sito Inps in tilt

Sito dell’Inps k.o. a causa dell’elevato numero di domande e violenti attacchi hacker. Il presidente Tridico: “Non c’è fretta, nessuno perderà il sussidio”

Il sito dell’Inps è stato preso letteralmente d’assalto nel primo giorno di invio delle richieste per il bonus babysitting e per l’indennità Covid-19 da 600 euro per i lavoratori autonomi. Il sito internet è andato in tilt con utenti che non sono riusciti ad accedere e alcuni che si sono visti comparire dati e richieste di altri.

“Stiamo ricevendo 100 domande al secondo. Cosa mai vista”, ha detto il presidente Pasquale Tridico“Gli intasamenti sono inevitabili. Comunque non c’è fretta, le domande saranno valide per tutto il periodo di crisi, il governo sta varando i rifinanziamenti”. Le domande, infatti, potranno essere inviate anche nei giorni successivi al primo aprile. “Abbiamo ricevuto nei giorni scorsi, e anche mercoledì mattina, violenti attacchi hacker e il sito è stato chiuso”, ha confermato Tridico. “Lo riapriremo – ha spiegato il presidente Inps – dalle 8.00 alle 16.00 per patronati e consulenti e dalle 16.00 per i cittadini”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.