Mer. Feb 19th, 2020

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Caserta. Estatiche emozioni e vibrazioni cromatiche: dal 31 gennaio al 2 febbraio al circolo nazionale

4 min read
La mostra d’arte è organizzata dalla giornalista e creatrice di eventi Laura Ferrante
EVENTI IN EVIDENZA

La mostra d’arte è organizzata dalla giornalista e creatrice di eventi Laura Ferrante

CASERTA. Estatiche emozioni e vibrazioni cromatiche è il titolo della prossima mostra D’Arte organizzata dalla giornalista e creatrice di eventi Laura Ferrante, instancabile e sempre alla ricerca di nuovi mezzi per divulgare arte, cultura ed aggregazione.

L’evento si terrà dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020 presso il bellissimo salone del circolo nazionale di via Mazzini/piazza Dante con inaugurazione il 31 gennaio alle 18.30.

Interverranno
Ass. Pasquale Antonucci
Prof. Matteo Palmisani
Prof.ssa Maddalena Corvino
Ospite d’onore: Ciro Adrian Ciavolino (ritira attestato premio alla carriera)
Intermezzo musicale:
Violino: Gerardina Rainone
Chitarra: Francesco Chiacchio
Durante la manifestazione sarà consegnato l’attestato di riconoscimento alla carriera all’artista Ciro Adrian Ciavolino.

Il 1 Febbraio l’artista e scrittrice Anna Poerio Riverso presenta il libro storico: Carlo Poerio – Una vita per l’Unità d’Italia. Interviene: Prof. Nicola Terracciano, Presidente del Comitato Provinciale di Caserta dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano.

2 Febbraio 18.30: Finissage, consegna attestati e chiusura mostra

Espongono:

Anna Scopetta – Ivana Storto – Ciro Adrian Ciavolino – Luigi Del Sesto – Maria Bucchino – Aldo Forchia – Carmelo Mitrano – Anna Poerio Riverso – Raffaela Russo –Rosaria Gentile – Simona Oliviero – Maddalena Cenvinzo.

Ciro Adrian Ciavolino

Biografia di Ciro Adrian Ciavolino

Ciro Adrian Ciavolino, nato a Torre del Greco dove vive e lavora, studia presso l’istituto statale d’Arte di Napoli diplomandosi in scultura decorativa. Esercita attività di scultore e soprattutto di pittore, divenendo uno degli artisti della generazione di mezzo della pittura figurativa napoletana, con presenze di prestigio nel panorama artistico dagli anni sessanta a oggi.

Tra le più importanti le mostre per il Maggio dei Monumenti del Comune di Napoli

nel 2004, 2010 e 2015, con il ciclo di 20 opere di grande formato “Una Lady alla Corte dei Borbone” e con il ciclo “Gli Ultimi Canti” nella Basilica di San Giovanni Maggiore di Napoli, dedicata a Giacomo Leopardi. Sette di queste opere sono state collocate dall’Ente Ville Vesuviane in Villa delle Ginestre dove ha soggiornato il poeta negli ultimi anni della sua vita. Nel dicembre del 2014 ha tenuto una mostra antologica di 99 opere realizzate tra il 1960 e il 2015 nella ex Palestra GIL per conto dell’Amministrazione Comunale. Tra queste, quattro opere di grande formato con storie della Città che sono state donate al Comune di Torre del Greco per essere collocate al Palazzo Baronale.

In occasione della Visita di S.S. Giovanni Paolo II a Torre del Greco ha realizzato per il palco il grande altorilievo, m. 7 x 2, con Storie del Beato Vincenzo Romano, opera trafugata. L’opera pittorica “San Gennaro protegge Napoli” è stata donata da S.E. il Cardinale Giordano alla Prefettura di Napoli. L’opera “La Pace”, del 1988 è nell’atrio della Scuola Media Angioletti. Alla Scuola “G. Mazza” è il grande telero M. 4 x 4.

“Il bene nel mondo”. Alcuni altorilievi sono in scuole pubbliche. E’ stato insignito delle Onorificenze di Cavaliere e di Ufficiale dell’Ordine “Al merito della Repubblica Italiana” con decreti del Presidente della Repubblica: Saragat (1968) e Pertini (1981).

Biografia di Carlo Poerio

Carlo Poèrio,  Patriota (Napoli 1803 – Firenze 1867); seguì il padre Giuseppe nell’esilio in Toscana, in Francia, in Inghilterra, e tornato a Napoli (1833) si dedicò all’avvocatura. Liberale moderno, e quindi avverso ai moti mazziniani, fu tuttavia arrestato (1837, 1844 e 1847), ma sempre per breve tempo. Ai primi del 1848 partecipò alle agitazioni che portarono alla concessione della Costituzione, e divenne ministro dell’Istruzione. Si dimise dopo i fatti del 15 maggio, da lui deprecati, conservando tuttavia fiducia nella possibilità di un regime liberale con Ferdinando II. Ma dalla reazione del 1849 fu condannato a 24 anni di lavori forzati, e ne scontò dieci, finché, graziato (1859), fu tra gli esiliati in America che riuscirono invece a sbarcare in Irlanda. P. fu poi deputato (dal 1860), sempre nelle file moderate.

Programma Evento Pittorico del 31 gennaio-2 febbraio
TITOLO: Immaginazioni Estatiche e vibrazioni cromatiche
Curatrice: Laura Ferrante
Contributo critico: prof. Decio Pastore
Vernissage: 31 gennaio 2020, h. 18.30
Interverranno
Ass. Pasquale Antonucci
Prof. Matteo Palmisani
Prof. Maddalena Corvino
Ospite d’onore: Ciro Adrian Ciavolino (ritira attestato premio alla carriera)
Intermezzo musicale:
Violino: Gerardina Rainone
Chitarra: Francesco Chiacchio
1 Febbraio h. 18.30: Anna Poerio, artista e scrittrice presenta il libro: Carlo Poerio – Una vita per l’Unità d’Italia
Interviene: Prof. Nicola Terracciano, Presidente del Comitato Provinciale di Caserta dell’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano
2 Febbraio 18.30: Finissage, consegna attestati e chiusura mostra
Marketing e Promozione: GianniCrisciMarketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open

Close