Breaking NewsCoronavirusCronacaPagina NazionaleSanità

Coronavirus, 1.494 nuovi casi e 16 morti

Eseguiti 51mila tamponi

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 1.494 nuovi casi di coronavirus, in diminuzione rispetto a domenica 27 settembre ma con circa 30mila tamponi in meno effettuati (51.109). I morti sono stati 16, portando così il totale a 35.851 dall’inizio della pandemia. In aumento i guariti: solo oggi sono stati 773. La regione con il maggior numero di nuovi contagi è la Campania (+295), seguita da Lazio (+211) e Veneto (+183).

I nuovi casi sono 272 meno di domenica, mentre il numero delle vittime è pressoché stabile (-1 in 24 ore). In nessuna Regione si registrano zero contagi. Gli attualmente positivi tornano a superare la soglia dei 50mila, un numero che non si registrava dal 27 maggio quando furono 50.966: dai dati del ministero della Salute emerge infatti che sono 50.323 i malati attuali, 705 in più rispetto a ieri. Salgono ancora i ricoveri sia nelle terapie intensive – ad oggi ci sono 254 pazienti, 10 in più di domenica – e quelli nei reparti ordinari, con un incremento di 131 nelle ultime 24 che porta il totale dei ricoverati a 2.846. In isolamento domiciliare ci sono invece 47.082 persone, 564 in più in un giorno.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.