CoronavirusCronacaNewsPagina NazionaleSanità

Coronavirus, frenano contagi e ricoveri. Iss: “Sembra esserci una discesa dei nuovi casi”

EVENTI IN EVIDENZA

L’ultimo bollettino fornito dalla protezione civile, calano i nuovi contagi e i ricoveri. L’Iss: “Rimaniamo cauti, però la situazione sembra migliorare”

Diminuisce il numero dei nuovi contagiati da coronavirus, con 3.039 casi in più contro i 3.599 di lunedì, secondo i dati della Protezione civile. Angelo Borrelli ha detto che cala il numero dei morti, 604 contro 636 e scende il numero dei ricoveri in terapia intensiva, 106 in meno (3.792 in tutto) come anche quello dei ricoverati con sintomi, 258 in meno. In totale oggi in ospedale ci sono 28.718 persone.

“Sembra che si inizi a vedere una discesa di nuovi casi. Dopo la fase di plateau sembra esserci una discesa dei nuovi casi, la curva sembra flettere in basso”. Così Gianni Rezza, direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, in conferenza stampa. “Rimaniamo cauti, però la situazione sembra migliorare”, ha aggiunto.

Il contagio frena anche in Lombardia: lo ha detto l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera in conferenza stampa. Sono in tutto 52.325 i positivi (+791, quindi meno dei 1089 del giorno precedente). In terapia intensiva i ricoverati sono 1.305, dunque 38 meno di ieri, i ricoverati non in terapia intensiva sono 11.833 (-81), mentre il numero dei morti sale a 9.484 (+282). Un dato, anche quello dei decessi, che “cresce sempre meno”, ha concluso l’assessore.

SOSTIENICI!
In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a V-news.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, di qualunque tipo possiate farlo, fondamentale per il nostro lavoro.
Siamo un progetto no-profit di comunicazione assolutamente innovativo in Italia e rimarremo sempre tali.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie, Thomas Scalera

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

More in:Coronavirus