Mer. Set 18th, 2019

V-news.it

Quotidiano IN-formazione

Nocera Inferiore. Minore sottratta a genitori violenti

2 min read

Il 25 Settembre scorso il Tribunale dei minori di Salerno ha sottratto un minore per maltrattamento.

I genitori oltre ad essere persone litigiose e violente sono stati accusati di usare sostanze stupefacenti e di aver avuto forme di aggressione nell’ambito famigliare.

Il padre della minore è una persona violenta e aggressiva ed ha dei precedenti per maltrattamenti ai danni della madre e del fratello.

Più volte perdonato dalla compagna, che ha ammesso di essere stata picchiata varie volte, ora ha avuto una sentenza di condanna dal Tribunale di Nocera.

Gli assistenti sociali sono intervenuti ad inizio mese per i controlli programmati ed hanno scoperto la madre della minore che picchiava la figlia e litigava con la nonna dopo aver scoperto il compagno in un circolo dalle dubbie frequentazioni.

Una situazione contorta che ha causato dei forti traumi alla piccola.

La minore, dodici anni, piangeva ed era spaventata” afferma l’assistente sociale e la madre ha giustificato l’atto violento ai danni della figlia con una crisi di astinenza da sostanze stupefacenti.

I nonni materni hanno dato da subito disponibilità nel rendersi tutori della nipote, ma il giudice Carla D’Avino del Tribunale dei minori ha chiesto con urgenza l’allontanamento della minore dalla famiglia visto i cattivi rapporti che ci sono tra nonni e genitori della piccola.

Inoltre, ha voluto con urgenza il trasferimento presso una struttura idonea con un sostegno psicologico costante per la bambina.

Durante l’incontro con l’assistente sociale la bambina ha riferito :”Tu che difendi i bambini devi dire a papà di non farlo più, io ho anche la nonna che si picchia con mamma e papà,e lei fuma le sigarette normali ora”.

Inoltre, fatto ancora più grave, la piccola è in grado di descrivere il procedimento per la preparazione di uno spinello. Ha mostrato all’ assistente sociale e questo, riportato dettagliatamente nella documentazione ha fatto sì che il giudice deliberasse con urgenza e categoricamente.

Ogni anno in Italia i casi di minori maltrattati aumentano sempre di più e molto spesso le autorità competenti intervengono tempestivamente cercando di causare loro meno traumi possibili e si impegnano per il recupero psicologico sia loro che delle famiglie.

Confidiamo ancora nel loro lavoro non sempre facile ed un plauso per chi lotta e tutela le vittime di maltrattamento.

LEGGI ANCHE:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Open