Modi di direNews

Perché si dice "a caval donato non si guarda in bocca"?

Questo diffuso modo di dire della tradizione linguistica italiana deriva da una citazione di San Girolamo, il quale, suggerisce di apprezzare e gioire di qualsiasi dono ricevuto, a prescindere dal valore o dall’aspettativa che si aveva al riguardo.

La citazione letterale recita: “Noli equi dentes inspicere donati ” , che traduciamo con ” Non si devono guardare i denti del cavallo ricevuto in dono”. Ad un occhio esperto, la dentatura del cavallo fa comprendere due cose fondamentali: il suo stato di salute e la sua età.

In passato possedere un cavallo era un privilegio ed è facile comprendere perché ricevere un dono del genere era una cosa molto gradita, indipendentemente dalle condizioni fisiche dell’animale.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.