• Mar. Lug 16th, 2024

Sarà possibile vietare la coltivazione di OGM: vittoria italiana nell’UE.

DiThomas Scalera

Gen 14, 2015

Cambio di rotta dell’Unione Europea in tema OGM. Secondo la nuova direttiva spetterà agli Stati Membri decidere se limitare o proibire le colture OGM sul proprio territorio. La notizia è stata accolta in Italia come una vittoria: “Tuteliamo fortemente l’agroalimentare e l’ambiente italiano” ha commentato il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galetti. “Un risultato che non era scontato e sul quale si lavora da più di 4 anni” ribadisce il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina. Soddisfazione anche dalle associazioni di categoria come Coldiretti, mentre GreenPeace rimane con i piedi per terra: “la norma contiene lacune importanti e ci vorranno mesi per il suo recepimento in Italia” si legge sul sito del movimento ecologista. Ad ogni modo la norma lascerà libertà per gli Stati di decidere sulla coltivazione, mentre la diffusione dei prodotti OGM sarà sempre consentita dai principi del libero commercio; spetterà quindi al consumatore incidere sul mercato. Gli OGM sono al centro di un acceso dibattito poiché per molti osservatori le colture geneticamente modificate danneggiano le colture biologiche oltre al fatto che vi sarebbero rischi per la salute umana. Di parere contrario è Futuragra che da anni si batte per la diffusione degli OGM in Italia. Attualmente nell’UE le colture OGM sono consentite in 5 Stati: Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Romania.

Fonti: www.miniambiente.it
Www.politicheagricole.it
Www.greenpeace.org

image

image

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Di Thomas Scalera

Il Guru

error: Content is protected !!