• Sab. Ott 23rd, 2021

Sessa Aurunca. Caso di meningite, l’ASL conferma. Il chiarimento di Generazione Aurunca

DiThomas Scalera

Mar 19, 2017

SESSA AURUNCA. Sono ore tribolate per la comunità aurunca dopo che era trapelato prima e confermato ora, un caso di Meningite  che ha contagiato una alunna del Liceo Scientifico Ettore Majorana di Sessa Aurunca di 18 anni.

Si è creato, sin da subito, una confusione tra notizie vere e non, tra ipotesi e conferme.

Cercheremo in questo articolo di chiarire e mettere un pò d’ordine per dare a tutti i concittadini aurunci un quadro chiaro della situazione.

La notizia è stata pubblicata nella tarda mattinata di sabato da varie testate giornalistiche web provinciali e sino al tardo pomeriggio non c’erano ancora conferme sulla tipologia della patologia.

Maggiori chiarimenti sono arrivati direttamente dalle Autorità Sanitarie, confermati dapprima con alcuni articoli, ma soprattutto con il comunicato del Dipartimento di prevenzione ASL di Sessa A. pubblicato anche da Generazione Aurunca.

La giovane alunna era in gita con il suo Istituto in Spagna, segnatamente Barcellona, città raggiunta via traghetto. Ella ha iniziato ad avere malori durante il viaggio di ritorno, con un peggioramento repentino delle condizioni di salute nel tratto finale del viaggio e che ha comportato la saggia scelta dei professori del Majorana, presenti nel viaggio, di far ricoverare la ragazza, appena sopraggiunti al porto di Civitavecchia, anche consigliati da un sanitario presente sulla nave.

Il Ricovero è avvenuto presso il Nosocomio “Gemelli” di Roma in condizioni fisiche generali piuttosto complesse. I compagni di scuola, che dovevano sopraggiungere nella serata di venerdì, sono invece arrivati in Sessa Aurunca solo nella mattinata.

Nel primo pomeriggio di sabato si sono accavallate ipotesi di ogni tipo, creando preoccupazione e confusione, tanto da indurre molte famiglie di compagni di classe a ricorrere alle farmacie per l’acquisto di antibiotici.

Alcuni hanno iniziato immediatamente la profilassi, in altri casi si è atteso qualche ora in più.

In serata si è avuta conferma che le condizioni della giovane studentessa sono stabili  e si dovranno attendere almeno 24 ore prima di avere un quadro completo sugli esiti del decorso.

E’ anche trapelato da alcuni siti una circostanza particolare, ossia che la studentessa si sia tatuata poche ore prima del viaggio di ritorno, fatto non confermato ma solo descritto da tali notiziari.

Veniamo alle ultime ore. Il Sindaco di Sessa Aurunca,  intorno alle ore 20.30 ha postato un comunicato con cui rassicurava i cittadini, seguito dal bollettino dell’Azienda Sanitaria Locale di Sessa Aurunca dove è stato palesato il tipo di contagio da Meningite e precisamente da Meningococco. L’Asl, nel testo, ha sottolineato che trattasi di caso sporadico e dunque, non dovrebbero esserci allarmismi.

Anche in questo caso per avere una maggior tranquillità, è bene attendere qualche giorno.

Un punto appare controverso, ossia l’indicazione dell’ASL di non voler chiudere le scuole. Non è specificato se ciò varrà anche per l’Istituto Liceo Scientifico E. Majorana che è direttamente coinvolto. Auspichiamo un maggior chiarimento su tale punto, perchè ci sembra poco approfondito.

Intanto, Generazione Aurunca continuerà a monitorare la situazione, ad informarvi e chiarire.

Il  pensiero di tutti va alla giovane ragazza.

Intanto vi diamo qualche altra notizia in più sulla patologia: “La forma più diffusa (e contagiosa) di meningite è quella causata dal batterio Neisseria meningitidis, o meningococco, che circola in cinque ceppi diversi: C, A, Y, W (il primo più diffuso in Italia, gli altri tre nei paesi anglosassoni), che colpisce soprattutto adolescenti; B, che colpisce soprattutto neonati e bambini nei primi anni di vita.” (wired italia)

“L’infezione si presenta tipicamente con una serie di punture rosse sulla pelle che si espandono rapidamente a tutte il corpo: se queste non si schiariscono quando vi si applica una pressione (per esempio con il cosiddetto glass test), c’è alta probabilità che si tratti effettivamente di meningite, e pertanto è bene consultare immediatamente un medico.”

“I sintomi in bambini e neonati includono rigidità del corpo, irritabilità quando si viene toccati, rifiuto di mangiare, pelle pallida, respiro veloce e febbre; negli adulti, invece, compare un forte mal di testa, senso di fastidio verso la luce, sonnolenza, confusione, dolori muscolari, diarrea, mani e piedi freddi e pallidi.”

Fonte: Generazione Aurunca

Sul caso è intervenuto anche il sindaco Silvio Sasso. Questa la sua dichiarazione: “Il caso meningite è seguito personalmente da me e dall’assessore Carmela Messa d’intesa con l’Asl e le altre autorità. Si prega di contenere gli allarmismi. La situazione è complessivamente monitorata”.

Ecco il comunicato dell’ASL di Sessa Aurunca sul caso di meningite:

 

 

 

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru