• Lun. Lug 4th, 2022

Cidis Caserta: ‘Sperimentare l’affido per garantire la piena integrazione’

L’accoglienza in famiglia è lo strumento più potente per garantire l’integrazione dei minori stranieri non accompagnati che vivono sul territorio. Ne sono certi gli operatori e le operatrici di Cidis onlus che stanno sperimentando con successo varie formule di affido. Non solo quello tradizionale dunque ma anche quello part time e quello solidale. ‘Si tratta di una grande opportunità – spiega Maria Esposito, coordinatrice di Cidis Caserta – per contribuire alla crescita culturale e sociale di tanti ragazzi di età compresa tra i 13 e i 18 anni. Molti di loro sono fuggiti da guerre e miseria proprio come sta avvenendo in queste ore per il popolo ucraino. Entrare a far parte di un contesto familiare significherebbe pertanto anche alleviare il peso della nostalgia di casa. Sentirsi parte di una comunità. E accelerare quel processo di inclusione che sognano da quando sono giunti in Italia’. Tutte le informazioni sulle varie tipologie di affido verranno fornite domenica 6 marzo al Santuario di Sant’Anna in piazza Marconi a Caserta in occasione delle celebrazioni eucaristiche delle ore 10 e delle ore 12. Per l’intera mattinata gli operatori e le operatrici, insieme ad alcuni minori stranieri, saranno presenti con uno stand informativo per fornire, a chi vorrà, tutti i dettagli sui progetti di accoglienza in corso. ‘Ringraziamo di cuore don Andrea Campanile, rettore del Santuario per la disponibilità e la sensibilità mostrate – ha concluso la coordinatrice – e speriamo che il nostro invito possa raggiungere tante famiglie’. Continuerà intanto ad essere attivo – tutti i martedì e i venerdì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e tutti i giovedì dalle ore 14,30 alle ore 17,30 – anche lo sportello Cidis di corso Trieste per offrire agli stranieri che ne hanno bisogno assistenza legale, burocratica e socio-educativa.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Comunicato Stampa

I comunicati stampa