• Dom. Ott 17th, 2021

Alife. Caso di tubercolosi alla scuola media "N. Alunno": bambino ricoverato al Santobono

DiThomas Scalera

Mar 7, 2016

alife-la-scuola-media-niccolc3b2-alunno
ALIFE. Un caso di tubercolosi ha colpito la scuola primaria secondaria di Alife Niccolò Alunno, destando molta preoccupazione nei genitori e tra gli addetti ai lavori. Ma andiamo con ordine. La settimana scorsa un bambino di undici anni di nazionalità indiana, che frequenta la prima classe, si è infortunato ad una spalla e quindi è stato trasportato immediatamente presso l’ospedale civile di Piedimonte Matese. Ivi giunto veniva disposto il ricovero precauzionale, vista la giovane età e visti come si sono susseguiti gli eventi, il ricovero si è rivelato anche provvidenziale. Infatti durante la fase degli accertamenti clinici, emergeva che il piccolo era affetto da tubercolosi, una patologia che in Italia si può dire che è stata letteralmente debellata, ma purtroppo il bambino in questione ne era affetto. Immediatamente è scattata la procedura di emergenza sanitaria, ed il sindaco di Alife, Giuseppe Avecone, contrariamente a quanto era stato disposto dal Consiglio d’istituto di concerto con l’Asl nella persona della dottoressa Leoncini, che invece non ritenevano opportuna la chiusura, ha firmato l’ordinanza di sospensione delle lezioni, la sanificazione dell’istituto scolastico (che inizia questa notte) e, ovviamente, per almeno due giorni la chiusura del plesso. Lo stesso primo cittadino, da noi interpellato ha spiegato che: “Non era il caso di proseguire le normali attività didattiche, in quanto, nel dubbio e quale Autorità Sanitaria del Comune, preferisco cautelare soprattutto i bambini e gli addetti ai lavori.” L’assessore Gabriele Ventriglia è padre di una bambina che frequenta lo stesso istituto ove si è manifestato il caso di tubercolosi: “In qualità di genitore, sono dispiaciuto di quanto si sia verificato. Plaudo all’iniziativa del nostro sindaco di agire tempestivamente e senza indugio, alla sanificazione della scuola. Sono altresì vicino al bambino e alla famiglia, auspicando un presto ritorno alla normalità.” Già da questa mattina genitori e alunni della classe frequentata dallo sfortunato bambino sono stati sottoposti ai dovuti e previsti screening del caso.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru