• Mer. Ott 20th, 2021

Calvi Risorta. Ricorso al TAR, Uniti per la Rinascita Calena: "La verità scomoda"

DiThomas Scalera

Mag 22, 2017

CALVI RISORTA. Ritorniamo sull’argomento solo per ripristinare un minimo di verità in merito alla sottoscrizione del ricorso al TAR dopo aver letto che alcuni componenti di Orizzonte Comune (trasfughi di rinascita calena) dicono di non aver firmato alcun ricorso e che si sono limitati a fare una denuncia penale per fare un piacere all’amico Giovanni (questa affermazione ci fa rabbrividire). Il ricorso al TAR. (Tribunale Amministrativo Regionale) è stato presentato e sottoscritto da Giovanni Lombardi in qualità di candidato sindaco. L’avvocato ci consigliò, strategicamente, di presentarne uno uguale a firma di un consigliere non eletto e di un elettore del comune. Ecco perché tra i firmatari dei due ricorsi amministrativi risultano Giovanni Lombardi, Rosy Caparco (consigliere non eletto) e Assunta Tirone in qualità di elettore del comune. L’avvocato ci consigliò anche di presentare una denuncia penale alla Procura della Repubblica per i fatti avvenuti durante le operazioni di voto. La denuncia penale (cosa ben più delicata del ricorso al TAR) è stata sottoscritta davanti all’avvocato Stellato di Santa Maria Capua Vetere e non c’era solo una amica di Giovanni, come dice qualcuno, ma ben sei dei dodici candidati, tra i quali Antonello Bonacci e Nicola Elia ora in lista con Marrocco Quindi il ricorso al TAR non solo è stato condiviso anche dai nostri ex alleati ma ci risulta addirittura che Antonello Bonacci, in forza del suo legame con Giovanni e da consigliere eletto nella minoranza insieme a lui, abbia anche partecipato alle spese per la presentazione del ricorso. Più condivisione di così? Ma ognuno è libero di pensarla come vuole. Questi sono i fatti.
Uniti per la Rinascita Calena

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru