Comunicati Stampa

Caserta. Sanità, la Cisas: "Negli ospedali le carenze sono tante"

Nota dello Sportello del Cittadino della Cisas

CASERTA. Si parla sempre di malasanità ma vi è anche una buona Sanità che lavora in silenzio e con serietà.

A seguito di segnalazioni, lo Sportello del Cittadino della Cisas ha osservato alcuni ospedali della Regione. I delegati della Cisas hanno potuto constatare la presenza di lunghe liste di attesa in numerosi ospedali, come il Cardarelli, ove vi sono liste lunghe, che diventano brevi per chi paga, mentre gli altri, specie anziani, devono aspettare almeno un anno per avere la richiesta prestazione.

Disponibilità e Professionalità sono state invece riscontrate in alcune strutture sanitarie, come il Reparto Oncologico del II° Policlinico ed il Reparto Oculistico del Monaldi, ove ben opera il personale medico e paramedico ed ove si cerca anche di ridurre le lunghe liste di attesa.

Nell’ospedale di Caserta ed in quello di Sessa Aurunca, a parte denunzie ed incriminazioni, le carenze sono tante. All’azienda ospedaliera di Caserta va potenziato il Pronto Soccorso nonché  l’igiene generale, mentre nel Reparto Neurologico si notano graduali miglioramenti nell’assistenza sanitaria.

Lo Sportello del Cittadino della Cisas ritiene che la Regione Campania e le varie Asl competenti per territorio debbano provvedere a potenziare le strutture ospedaliere per meglio assistere gli ammalati di età avanzata, che non possono aspettare i tempi lunghi per ricevere una dovuta assistenza medica.

La Cisas ribadisce – ancora una volta – che va potenziato il servizio 118, che sinora continua ad essere trascurato nonostante le continue sollecitazioni dei cittadini.

Leggi anche:

Caserta. Bruno Saviani al “Giordani”: riflessioni su architettura e luoghi, tra storia e precarietà

Caserta. La Reggia aderisce alla Festa dei Musei del MiBAC

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.