• Dom. Set 19th, 2021

Casertana-Lecce: il Giudice si pronuncia, niente vittoria per i Falchetti

DiThomas Scalera

Feb 12, 2016

guardalinee_lecce

Ne avevamo già parlato qui ma oggi, il giudicce sportivo si è ufficialmente pronunciato con un giudizio che ha spiazzato un po’ tutti.

Nonostante il giudice abbia  “accertata la responsabilità della società Lecce per la violazione delle norme più volte richiamate, occorre procedere con criteri di ragionevolezza alla determinazione della conseguente sanzione.”, come avevamo detto anche noi, però il Giudice ha applicato la disposizione contenuta nell’art. 63.2 delle NOIF e la sanzione prevista nell’art. 18.5 lettera b) CGS, costituiscono norme generali di natura astratta, applicabili a due ipotesi nettamente distinte e di diversa natura, ovvero: – gare per le quali, non essendo prevista la designazione degli assistenti arbitrali, si applica direttamente la disposizione di cui al punto 2 dell’art. 63 delle NOIF (“Quando non sia prevista la designazione di guardalinee ufficiali…..”) – gare per le quali è prevista la designazione degli assistenti arbitrali da parte dell’Organo Tecnico di categoria nelle quali, in caso di indisponibilità sopravvenuta di uno dei guardalinee, la medesima norma si applica solo indirettamente e per analogia, mancando una specifica regolamentazione. Nella prima ipotesi l’idoneità del soggetto incaricato dalla società attiene alla fase costitutiva della “gara regolare” e, di conseguenza, la sua accertata inidoneità vizia fin dalla sua origine il regolare svolgimento della stessa. La seconda ipotesi riguarda la gara iniziata in modo formalmente e sostanzialmente regolare, nel corso della quale un evento accidentale viene gestito con procedura analoga al solo scopo di partarla a termine. Il giudizio sulla sua completa regolarità è rimesso, come noto, all’esclusivo ed insindacabile giudizio dell’arbitro il quale, nel caso in esame, ha puntualmente precisato che “la gara è stata regolarmente portata a termine”.

Quindi non ha considerato questo caso come caso rientrante nell’altro articolo.

Il giudice ha ritenuto di non dare la partita persa al Lecce ma solo una ammenda di 5000 euro perché, secondo lo stesso, “non si ritiene applicabile alla fattispecie in esame la sanzione della perdita della gara a carico della società responsabile, in quanto tale provvedimento ha la funzione (nel caso in esame non necessaria) di riequilibrare il risultato finale di una gara che non abbia avuto uno svolgimento regolare.”

Quindi ha deliberato “di accogliere parzialmente il reclamo proposto dalla società Casertana infliggendo alla società Lecce la sanzione dell’ammenda di € 5.000 (cinquemila), confermando il risultato della gara acquisito sul campo (Casertana 1 Lecce 1).”

Niente di fatto per i falchetti che speravano in questi 3 punti. Ora resta da vedere se i Rossoblù accetteranno pacificamente questa decisione o la impugneranno di fronte alla corte federale.

Il testo della decisione integrale

guardalinee_lecce

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru