News

Gravidanza, da AOGOI utili consigli sulle precauzioni da prendere contro l’influenza

Portare una vita in grembo è l’esperienza più incredibile che possa capitare. Sapere che tra qualche mese si darà luce a una dolce creatura commuove e, al tempo stesso, carica di responsabilità. Cattive abitudini provocherebbero effetti collaterali sul piccolo. L’Associazione Ostetrici Ginecologici Ospedalieri Italiani ha perciò dato il via a una campagna di sensibilizzazione sull’argomento.

Opera caldeggiata fortemente dopo i dati emersi sulla stagione influenzale. Stando all’Istituto Superiore di Sanità quella appena conclusa è stata una delle peggiori occorse negli ultimi anni: 7 casi gravi nelle donne in dolce attesa, contro nessuna segnalazione registrata lo scorso anno. Il peggio è passato, per fortuna. Ma non per questo occorre abbassare la guardia. Servizi in merito, come l’articolo di Tuttodonna.net, invitano al corretto lifestyle. Riconoscere il virus influenzale e attuare cure testate (cambiando abitudini alimentari, se necessario) è essenziale per rimettersi in sesto al più presto.

Le donne in gravidanza, attesta AOGOI, sono chiamate a dimostrarsi premuore poiché particolarmente esposte al rischio di complicanze. Iniziando, tanto per cominciare, coi vaccini. Ma anche semplici rimedi nel quotidiano hanno un influsso positivo. Durante la pandemia negli Stati Uniti, si è accertato che l’H1N1 (sottotipo di virus di Influenzavirus A) conduce a un incremento sia del tasso di mortalità tra le gestanti che di aborti. La malattia è destinata a una diffusione su larga scala e quindi tra i contagiati rischiano di esserci un numero di donne incinta molto maggiore rispetto a quelle colpite da un normale malanno stagionale.

Inoltre, il sistema immunitario alla gravidanza risponde differentemente da caso a caso. Solitamente, diventa sì più forte nei nove mesi, ma c’è una parte che, al contrario, si indebolisce.  L’importante è saper comprendere appieno certi sintomi. L’influenza ne presenta diversi quali dolori articolari, mal di testa, raffreddore, tosse, catarro e febbre. Nonostante debilitino la futura mamma, se controllati opportunamente non causano seri rischi per il nascituro. Sintomi respiratori importanti e febbre alta (superiore ai 38 gradi) devono far suonare un campanello d’allarme: potrebbe determinare la comparsa di contrazioni dell’utero e indurre un travaglio prematuro, con rischi correlati sulla salute del neonato.

L’influenza, ovviamente, resta una patologia da non trascurare. Una volta contratta come bisogna comportarsi? Arrivano direttamente dai ginecologi consigli in merito. Reclamizzate concrete ed efficaci strategie di prevenzione, a partire dalla vaccinazione. Fortemente raccomandata, specialmente nel secondo e terzo trimestre. Gli esperti concordano sull’importanza di informare e dare rassicurazioni alle donne sulla sicurezza della vaccinazione somministrata in gravidanza. “Non presenta alcuna controindicazione per il feto”, sottolinea la Presidente Viora.

Comunque, non c’è alcun motivo per lasciarsi prendere dall’agitazione. Sono le emozioni negative piuttosto a poter provocare complicazioni nel proseguimento della gravidanza. Strumenti e professionalità contrastano l’influenza. Rivolgersi al proprio medico curante: saprà consigliare la terapia più opportuna, o direttamente in Pronto Soccorso in caso di aggravamento improvviso della sintomatologia. L’ammonimento, indirizzato a tutte le gestanti, è di sapersi far trovare pronte. Nella gravidanza, periodo durante il quale non si può usare farmaci, si rivela fondamentale ascoltare sempre il proprio medico prima di assumere qualsiasi sostanza.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.