CronacaNewsPagina Nazionale

Incidente sull’A1 in provincia di Arezzo: arrestato il padre delle bimbe morte nello schianto

Il papà delle bimbe decedute è accusato di omicidio stradale. 4 morti e 8 feriti il bilancio del tragico incidente

E’ stato arrestato il conducente del minivan schiantatosi venerdì nell’Aretino contro un camion sull’A1, causando la morte di due bambine di 8 mesi e 10 anni e dei nonni 50enni. L’uomo, 30enne di origine sinti, è il padre delle piccole ed è accusato di omicidio stradale. Sarà interrogato lunedì.

L’incidente

Il gravissimo incidente è avvenuto nel primo pomeriggio di venerdì 5 giugno sull’Autostrada del Sole, nel tratto in provincia di Arezzo. Quattro le vittime, tra cui due bambini: una piccola di 8 mesi e la sorella di 10 anni e i nonni cinquantenni. Ferita ma non in pericolo di vita la sorella gemella della neonata. Grave invece la madre dei bambini ricoverata in ospedale a Siena. Illeso dall’incidente il padre, che era alla guida della vettura. Complessivamente nello scontro, nel quale sono rimaste coinvolte due auto e un mezzo pesante, sono morte quattro persone, otto i feriti.   

L’incidente è avvenuto intorno alle 14 in carreggiata sud, all’altezza di Badia al Pino nel comune di Civitella in Valdichiana. Secondo la ricostruzione, i bambini erano a bordo di una monovolume coi propri familiari, due dei quali sono morti nello scontro. Sul veicolo, abilitato per sette posti, viaggiavano otto persone, tutte di origine romena. Il conducente, che da un primo esame effettuato sul posto è risultato negativo all’alcol test, per cause in corso di accertamento, forse un per un colpo di sonno, avrebbe tamponato un tir che era fermo in una piazzola di sosta. Poi avrebbe sbandato andando a sbattere contro un’altra auto in transito, i cui cinque occupanti, tra cui un 13enne, sono rimasti feriti ma nessuno è stato giudicato in pericolo di vita. 

Sul posto sono intervenuti i sanitari inviati dal 118 e anche due Pegaso, gli elisoccorso della Regione, pattuglie della polizia stradale, i vigili del fuoco e il personale di Autostrade per l’Italia. Per consentire i soccorsi l’autostrada è stata bloccata in entrambe le carreggiate tra i caselli di Arezzo e Monte San Savino, con l’istituzione di uscita obbligatoria. Il tratto autostradale è stato poi riaperto completamente poco prima delle 17.30. Si sono formate lunghe code: gli incolonnamenti hanno raggiunto i dieci chilometri in direzione di Roma, cinque nella carreggiata per Firenze.   

I due feriti più piccoli sono stati portati al pediatrico Meyer di Firenze, gli altri negli ospedali di Siena e Arezzo. Le indagini per stabilire la dinamica dell’incidente sono condotte dalla polizia stradale.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.