campaniaCronacaNapoliNewsNews brevi

Cardito. L'orrore cittadino, il bimbo ammazzato: "L'ho picchiato perché aveva rotto il letto"

Le indagini proseguono, i magistrati vogliono capire se ci sono stati in passato altri episodi di violenza

CARDITO- I magistrati della Procura di Napoli Nord avranno un grande lavoro per capire cosa è successo domenica pomeriggio all’interno della casa incriminata a Cardito. Dopo ore di interrogatorio l’uomo prima di essere trasferito ad Aversa in Procura avrebbe confessato il motivo della strage: “l’ho picchiato perché aveva rotto il letto“. Vicino il piccolo Giuseppe vi era accanto sul luogo del delitto la sorella Noemi, la piccola ha riportato gravi ferite al volto forse è stato lo stesso “mostro” a creare quei lividi sul volto della sfortunata bambina, sembra ahinoi che la madre nel momento della strage non era presente in casa. Le indagini proseguono a tutto campo, l’uomo prima di essere trasferito in tribunale, è stato interrogato tutta la notte dagli agenti investigativi. Una sola bambina per fortuna è rimasta illesa, la terzogenita di 4 anni, la stessa bambina ha raccontato gli attimi della scena drammatica: “Ci ha massacrati di botte per tutto il giorno con la mazza da scopa”. Non è purtroppo la prima volta che Tony è protagonista di vicende che riguardano episodi di violenza contro i bambini. I magistrati guidati da Francesco Greco vogliono vederci chiaro ma soprattutto vogliono capire il silenzio della scuola su questa drammatica storia familiare.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0

Comments are closed.