• Mer. Ott 27th, 2021

Morti in corsia a Saronno: l’ex viceprimario Leonardo Cazzaniga condannato all’ergastolo

Nel 2016, l’ex medico era stato arrestato con l’accusa di aver ucciso 12 pazienti in corsia e di altre 3 persone, parenti dell’ex amante, l’infermiera Laura Taroni

VARESE. L’ex viceprimario del pronto soccorso di Saronno, in provincia di Varese, Leonardo Cazzaniga è stato condannato all’ergastolo per 15 omicidi. Lo ha deciso la Corte d’Assise del Tribunale di Busto Arsizio.

Nel 2016, l’ex medico era stato arrestato con l’accusa di aver ucciso 12 pazienti in corsia e di altre 3 persone, parenti dell’ex amante, l’infermiera Laura Taroni. Il processo a carico di Cazzaniga si è concluso con la condanna all’ergastolo con 3 anni di isolamento diurno. L’ex viceprimario è stato, inoltre, condannato alle pene accessorie dell’interdizione perpetua dai pubblici uffici e dell’interdizione per 5 anni dalla professione medica.

Condannato a 2 anni e 6 mesi il primario del pronto soccorso Nicola Scoppetta, 2 anni e 6 mesi per il direttore dei presidi Paolo Valentini, per il direttore sanitario dell’azienda sanitaria Roberto Cosentina e per il medico legale Maria Luisa Pennuto. Assolto invece l’oncologo Giuseppe Di Lucca

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Redazione V-news.it

Il bot redazionale