• Ven. Ott 22nd, 2021

Terremoto, una valanga colpisce l'hotel Rigopiano. Per ora 4 morti. Situazione drammatica. Gli aggiornamenti

DiThomas Scalera

Gen 19, 2017

La valanga che ha travolto l’hotel Rigopiano. Foto: Vigili del Fuoco

Le scosse di terremoto di ieri nel Centro Italia hanno provocato una slavina che si è abbattuta sull’hotel Rigopiano, in provincia di Pescara. All’interno sono intrappolate una trentina di persone. I soccorsi hanno incontrato tante difficoltà per raggiungere la struttura alberghiera. I soccorritori, senza non pochi problemi causati dalla neve e dai crolli, attraverso l’ausilio di elicotteri, mezzi spazzaneve e cingolati, dopo qualche ora sono riusciti ad arrivare nei pressi dell’albergo e ad entrare dentro l’hotel. Il soccorso alpino dice emblematicamente che “ci sono molti morti”. Per ora sono quattro le vittime accertate e due i sopravvissuti. Uno di loro, un uomo di 38 anni, è stato trasferito all’ospedale dove ha riferito di essersi salvato per miracolo perchè nel momento della valanga si trovava fuori l’hotel perchè era nella sua auto. La slavina ha fatto scivolare la struttura per alcuni metri. I soccorritori dall’interno dell’hotel Rigopiano di Farindola, a circa 1.200 metri alle falde del Gran Sasso, dicono: “Chiamiamo ad alta voce ma nessuno risponde”. Il timore è che non ci siano altri sopravvissuti. Risulta disperso anche un giovane di 27 anni della provincia di Salerno. Gli uomini del soccorso alpino continuano a scavare tra enormi difficoltà. Intanto, la procura di Pescara ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru