• Ven. Ott 22nd, 2021

Roma, tragedia sfiorata alla stazione metropolitana Barberini,scale mobili si accartocciano completamente

Foto di Repertorio

Tragedia sfiorata alla stazione metropolitana di Roma

ROMA. Ci risiamo, nuovamente a finire sotto l’occhio del ciclone la stazione metropolitana Barberini. Ancora scale mobili che si accartocciano nella metro più frequentata di Roma. E’ successo stamattina dopo le 10.30: nel giro di pochi secondi la scala è impazzita e si è distrutta in superficie. Nessun ferito, fortunatamente, ma a chi vi era sopra sono ritornate alla mente le scene accadute per il match di Champions League dell’anno scorso a Roma quando furono inghiottiti dai gradoni impazziti, rimanendo gravemente feriti i tantissimo tifosi russi del Cska. Dalle notizie trapelate la stazione metropolitana Barberini, intorno alle 10.40, è stata completamente chiusa: i treni non si fermano. “Utilizzare la fermata Spagna”, consigliano i vertici Atac avvertendo del problema accaduto tutti i viaggiatori con un messaggio lanciato nell’altoparlante nelle stazioni, mentre i tecnici sono già al lavoro, assicurano ancora i vertici Atac. Tantissima paura, ma soprattutto tanto lo spavento per le persone che hanno assistito all’accartocciamento delle scale mobili all’interno della stazione metropolitana, per fortuna non è successo nulla di grave ribadiscono alcuni testimoni, ma lo spavento è stato grande.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru