• Mer. Ott 20th, 2021

tribunale
ALIFE. Nell’ambito del procedimento penale 10952/14 a carico di Claudio Accarino, Pasquale Sasso  e Camillo Giammatteo, in ordine al reato di cui all’art 110, 314 c.p., oggetto di stralcio da altro procedimento penale a carico di Sansone Pietro, già in fase dibattimentale, il Pubblico Ministero, Giorgia De Ponte, ha chiesto al G.I.P. del Tribunale di S.Maria Capua Vetere di disporre l’archiviazione del procedimento a carico dei predetti e la conseguente restituzione degli atti al proprio ufficio, mandando alla segreteria per gli adempimenti di competenza.
Il P.M., all’esito dell’attività di indagine complessivamente espletata dalla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese a carico degli indagati, dopo aver letto in particolare gli interrogatori e le memorie difensive depositate unitamente alla documentazione prodotta dagli indagati a sostegno della loro estraneità ai fatti, ha ritenuto non ipotizzabili gli elementi costitutivi del delitto di peculato.
Per la posizione di Accarino, il P.M. ha ritenuto difficilmente sostenibile a suo carico una concorsualità nel reato di peculato, contestato ad altro funzionario, anche in considerazione del fatto che l’indagato ha dichiarato, provandolo con dati documentali, di avere diritto alle somme liquidategli con i mandati di pagamento oggetto di contestazione.
Relativamente alle posizioni di Sasso e Giammatteo, all’epoca dei fatti entrambi fornitori dell’Ente, tenuto conto della comprovata fatturazione di detto materiale e della modalità di acquisto e di consegna dello stesso, il P.M. ha escluso la sussistenza del reato per impossibilità di dimostrare la sussistenza dell’elemento psicologico del dolo.
Nel merito, il signor Sasso Pasquale, difeso dall’avvocato Mario Griffo di Trentola Ducenta, del Foro di S. Maria C. Vetere, ha dichiarato: “Sono sempre stato sereno e fiducioso sul positivo esito delle indagini. La notizia della richiesta di archiviazione nei miei confronti non fa che confermare quello che ho già in passato sostenuto, ovvero la mia totale estraneità ai fatti contestati, in quanto ho sempre rispettato le norme, anche di carattere fiscale, allorquando operavo quale fornitore dell’Ente. Questa notizia mi da grande gioia e mi consente di affrontare con serenità gli impegni futuri che mi attendono. Le false notizie che nel passato hanno riguardato la mia persona, frutto di mere strumentalizzazioni, oggi vengono totalmente sconfessate dalla richiesta di archiviazione”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

Thomas Scalera

Il Guru