Antica Terra di LavoroBreaking NewsCasertaCronacaLavoro

Ambulanti Caserta, ANA Ugl ricevuta in Prefettura

Rosato: “Operatori indebitati, rischio usura”

CASERTA. Oltre cento ambulanti hanno raggiunto nel pomeriggio del 9 Novembre il presidio organizzato dall’ANA-UGL Caserta per sollecitare le Istituzioni sul grave problema occupazionale e sociale conseguente alle ordinanze di sospensione dei mercati di Alife, Marcianise, Apice, Orta di Atella, Vairano Patenora e degli altri comuni della provincia; una delegazione guidata dal Presidente Provinciale di Caserta Giuseppe Magliocca e da Giovanni Lombardi è stata poi ricevuta in Prefettura.

“Abbiamo affidato al Prefetto le nostre proposte e le nostre preoccupazioni perseguendo la speranza che venga ascoltato il grido di dolore degli ambulanti della provincia”. È quanto ha dichiarato il  Segretario Nazionale di ANA Ugl Marrigo Rosato a margine del confronto. “Sono state rappresentate le difficoltà di coloro che hanno dignitosamente dato fondo ai risparmi per provvedere alla loro sussistenza, che si sono successivamente indebitati con gli istituti bancari e che adesso rischiano di trovare credito soltanto nei canali e nei rivoli border line della criminalità organizzata. Oltre 500 ambulanti  hanno perso il loro posto di lavoro nei mercati era ed è la loro unica fonte di reddito e di sostentamento., il Governo e la Regione Campania ascoltino il loro appello”.

“Il sindacato di Caserta è vicino alle difficoltà di questa categoria che soffre in maniera silenziosa ed educata – ha commentato il Segretario Territoriale Ugl Ferdinando Palumbo – sono operatori che nell’accezione locale svolgono peraltro un ruolo sociale, portando i beni di prima necessità nei pressi delle abitazioni degli anziani e dei non automuniti, il momento è certamente difficile – ha concluso il sindacalista – ma una soluzione va individuata”.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Andrea De Luca
La rassegna

    Comments are closed.