campaniaCronacaNews

Benevento. Catturato l'ultimo latitante della famiglia Sparandeo: ecco dove si nascondeva

L’uomo era in un casolare isolato nel territorio di Apice

BENEVENTO. Oggi pomeriggio i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Benevento, insieme a quelli della Stazione di Apice supportati da una unità del Nucleo Elicotteri di Pontecagnano, in provincia di Salerno, hanno tratto in arresto Stanislao Sparandeo, quarantenne di Benevento, pluripregiudicato, elemento di spicco dell’omonimo clan.

Sull’uomo pendeva l’ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli, del 28 febbraio 2019, a seguito del rigetto della Suprema Corte di Cassazione del 27 febbraio 2019, sul ricorso proposto dall’interessato in relazione alla sentenza di condanna della Corte d’Appello di Napoli del 2017 (in riforma della sentenza del Gip presso il Tribunale di Napoli), per il procedimento penale relativo alla nota operazione dei Carabinieri, “Tabula rasa”, del marzo 2014, nei confronti del gruppocriminale facente capo alla famiglia Sparandeo.

L’arrestato di oggi, al pari degli altri due esponenti della stessa famiglia, Arturo e Corrado, già latitanti e catturati rispettivamente il 10 maggio e 5 agosto scorso, avendo avuto sentore delle decisioni della Suprema Corte, si era reso irreperibile.

Stanislao Sparandeo dovrà scontare la pena di 9 anni , 10 mesi e 7 giorni di reclusione per i reati di associazione a delinquere finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il nascondiglio

Il latitante si nascondeva in un casolare in disuso, difficilmente raggiungibile, in contrada San Martino a circa 8 km dal centro abitato di Apice.

Dopo le formalità di rito, il 40enne, dichiarato in stato di arresto, è stato tradotto ed associato alla Casa Circondariale di Benevento.

Documento senza titolo

Sostieni V-news.it

Caro lettore, la redazione di V-news.it lavora per fornire notizie precise e affidabili in un momento lavorativo difficile messo ancor più a dura prova dall’emergenza pandemica.
Se apprezzi il nostro lavoro, che è da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Vorremmo che il vero “sponsor” fossi tu che ci segui e ci apprezzi per quello che facciamo e che sicuramente capisci quanto sia complicato lavorare senza il sostegno economico che possono vantare altre realtà. Sicuri di un tuo piccolo contributo che per noi vuol dire tantissimo sotto tutti i punti di vista, ti ringraziamo dal profondo del cuore.

What is your reaction?

Excited
0
Happy
0
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Redazione V-news.it
Il bot redazionale

    Comments are closed.